full screen background image

Arriva Ettore al liceo Diaz di Caserta: le lezioni di sicurezza stradale ai ragazzi aprono il congresso della Confarca

Ettore arriva a Caserta e si esibisce davanti a più di 500 studenti del liceo scientifico “Armando Diaz”. Il manichino utilizzato per le campagne sulla sicurezza stradale, divenuto una vera e propria “star” tra i ragazzi delle scuole superiori del nord est, fa il suo debutto in una scuola della Campania, prestandosi alle simulazioni di primissimo soccorso e rianimazione che potrebbero tornare utili in caso di incidente stradale e conquistando la folta platea under 18.
Un’iniziativa prevista nell’ambito della due giorni congressuale della Confarca, la confederazione delle autoscuole e degli studi di consulenza che quest’anno ha scelto Caserta per dibattere, fino a sabato 20 maggio, di sicurezza stradale, organizzazioni territoriali e formazione professionale.
A presentare Ettore il manichino ai liceali del Diaz è stato l’istruttore professionista Fabio Vivian, esponente dei Giovani della Confarca e rappresentante del Centro di Ricerca per la Sicurezza Stradale. Lezioni di primissimo soccorso e di sicurezza stradale che hanno suscitato l’interesse dei ragazzi, rimasti particolarmente colpiti dalle spiegazioni dell’esperto e che hanno preso parte alla simulazione di rianimazione, con tanto di defibrillatore, di Ettore il manichino.
“Un progetto patrocinato dal Ministero dei Trasporti che porta nelle scuole due tematiche fondamentali per ridurre il numero di vittime di incidenti stradali – fa notare il presidente della Confarca, Paolo Colangelo – Dopo il nord Italia finalmente arriviamo anche al sud, ed abbiamo scelto la Campania per porre sotto i riflettori non solo le tematiche della sicurezza stradale, ma anche le politiche strategiche per le autoscuole del territorio e per gli uffici della Motorizzazione Civile”.
Una manifestazione, quella che si è svolta al liceo Diaz, che rientra nel più ampio progetto di prevenzione portato avanti durante l’anno curriculare, spiega il dirigente scolastico Luigi Suppa: “Dopo il Campus della Salute con gli specialisti del settore sanitario si passa alla sicurezza stradale – afferma – è importante portare questa tematica nelle scuole per dimezzare il numero di vittime entro il 2020, così come auspicano dall’Unione Europea. Purtroppo la statistica racconta di moltissimi decessi per incidenti nella fascia d’età 18-23 anni, proprio per questo le scuole devono fare rete ed intervenire educando i giovani studenti”.
Dalle lezioni in strada con i liceali, la due giorni della Confarca è poi proseguita con la fase congressuale all’Hotel Golden Tulip, in viale Lamberti (Caserta), con gli incontri formativi con i responsabili delle autoscuole della Campania. Nel pomeriggio di sabato 20 maggio, a partire dalle ore 15.30, è prevista la tavola rotonda conclusiva dell’evento a cui parteciperanno, tra gli altri, il sottosegretario ai Trasporti, l’onorevole Umberto Del Basso De Caro, l’onorevole Paolo Gandolfi, il direttore generale della Motorizzazione Civile, Maurizio Vitelli, ed i dirigenti delle Motorizzazioni della Campania.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *