full screen background image

Emergenza insegnanti “immobilizzati” in altre provincie, il Sindaco della Città Metropolitana di Napoli scrive alla Ministra dell’Istruzione

“Si ripropone proprio in questi giorni la paradossale situazione dei cosiddetti insegnanti “immobilizzati”, cioè di quei docenti assunti a tempo indeterminato e assegnati a sedi distanti centinaia di chilometri da casa che non possono sperare in alcun genere di trasferimento nella propria città.

Su tale questione, che riguarda un numero elevatissimo di insegnanti meridionali e soprattuto Campani, il Sindaco della Città Metropolitana di Napoli, Luigi de Magistris, ha scritto al Ministro dell’Istruzione, Valeria Fedeli, chiedendole di ripristinare, anche per quest’anno scolastico, la possibilità di ottenere l’assegnazione provvisoria sui posti per il sostegno che non è possibile coprire con docenti provvisti del titolo di specializzazione.

Colpisce ancora una volta la vastità del fenomeno: a fronte di circa seimila posti in deroga sul sostegno in Campania ne saranno coperti non più di millecinqucento con precari dotati di specializzazione da assumere a tempo determinato.

E’ sbagliato che ad un docente “di ruolo” venga imposto di allontanarsi di centinaia di chilometri quanto esiste il modo non solo per utilizzarlo ma anche per fornire ad alunni disabili un insegnante con esperienza.

Pertanto, il Sindaco, chiede alla Ministra di affidare tali incarichi temporanei a personale di ruolo che abbia richiesto un avvicinamento alla propria città, consentendo, seppur in parte, la soluzione della problematica e, quindi, l’utilizzo sul nostro territorio di docenti napoletani in servizio in altre provincie.”. Così il il Sindaco della Città Metropolitana di Napoli Luigi de Magistris




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *