full screen background image

Federconsumatori insieme al MANN per promuovere i consumi culturali

“Il MANN ha avviato, da lungo tempo, una campagna per promuovere l’accessibilità fisica, economica e culturale alle nostre collezioni. E’ chiaro che il dialogo interistituzionale cresce in un processo di integrazione con il territorio”.
E’ con queste parole che Paolo Giulierini, Direttore del Museo Archeologico Nazionale, ha concluso stamattina l’incontro con Federconsumatori Campania- area metropolitana di Napoli per lavorare insieme alla ricerca “Consumi e disabilità”.

Tale programma rientra nel più ampio quadro di iniziative proposte dalla Regione Campania che, anche grazie alla presenza di SpiDi (Sportello Informativo Disabilità), ha attivato un canale di dialogo con le associazioni e le istituzioni locali per difendere le categorie più svantaggiate di utenti.
In questa trama di relazioni, il MANN assume un ruolo privilegiato come ente promotore di nuove sinergie di confronto con il territorio.

Nell’autunno 2018, infatti, sarà prevista, proprio al Museo, una giornata di studio, di taglio teorico-pratico, per affrontare il tema della promozione destinata a persone diversamente abili: l’abbattimento delle barriere architettoniche (problema ancora più evidente in edifici storici), la realizzazione di percorsi di visita ad hoc per gli utenti, la valorizzazione del consumo culturale alla stregua delle altre forme di consumo saranno alcuni dei motivi dibattuti durante la tavola rotonda.

Il MANN, inoltre, insieme a Federconsumatori, curerà la pubblicazione di una “Mappa dell’accessibilità”, una guida specifica che illustrerà le facilities garantite da Musei ed istituzioni culturali per favorire la possibilità, a priori, di organizzare il proprio percorso di visita.
“L’incontro al Museo, con la Direzione e lo staff di Paolo Giulierini, ha aperto le porte ad un dialogo fattivo con un centro culturale vivace ed autorevole nel cuore della città”, ha detto il Presidente di Federconsumatori Campania- area metropolitana di Napoli, Rosario Stornaiuolo “non si tratta soltanto di abbattere le barriere architettoniche, ma soprattutto le barriere culturali. I consumi culturali, di cui non si parla spesso, possono determinare una crescita economica e sociale del nostro territorio”.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *