full screen background image

Fondi UE, Jossa: “Necessario atto per esprimere la volontà della Città Metropolitana di diventare ente intermedio”

Il Consigliere Metropolitano Delegato ai Fondi comunitari e nazionali per le politiche di coesione nonchè Capogruppo del Partito Democratico, Giuseppe Jossa: “Programmazione comunitaria 2014-2020 nata quando la riforma delle Città Metropolitane non era ancora definita. Ora necessario un atto per esprimere la volontà di recuperare il nostro ruolo e di diventare ente intermedio nei confronti dell’Unione Europea”.

 

 

“Siamo tutti consapevoli del fatto che gli strumenti della programmazione europea 2014-2020 sono nati in un momento in cui il passaggio dalle Province alle Città Metropolitane non era compiuto e il disegno istituzionale dei nuovi enti non era ancora definito. Questo ha oggettivamente marginalizzato il ruolo della Città Metropolitana anche in quei programmi, come il PON Metro o il Patto per lo sviluppo della Città Metropolitana di Napoli, che pure avrebbero dovuto vederla come il soggetto principale della programmazione. È importante, tuttavia, a questo punto, che si proceda il più speditamente possibile alla realizzazione dei progetti approvati”. È quanto afferma Giuseppe Jossa, Consigliere Delegato ai Fondi comunitari e nazionali per le politiche di coesione nonchè Capogruppo del Partito Democratico della Città Metropolitana di Napoli.

“È giunto però – continua Jossa – anche il momento che la Città Metropolitana di Napoli ritrovi negli strumenti della programmazione europea la centralità che merita. È necessario quindi assumere un atto con il quale la Città Metropolitana di Napoli esprima chiaramente la propria volontà di diventare organismo intermedio per la realizzazione del Programma Complementare al PON Metro”.

“È poi necessario – conclude il Capogruppo PD – mostrare con chiarezza anche la nostra volontà di essere annoverati tra i soggetti beneficiari di tutti i bandi derivanti dai fondi per lo sviluppo e la coesione che in qualche modo abbiano ad oggetto le materie centrali nella mission istituzionale delle città metropolitane: edilizia scolastica, ambiente, pianificazione territoriale, trasporti locali, protezione civile e digitalizzazione dei servizi della pubblica amministrazione”.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *