full screen background image

Il jazz della cantante Deborah J. Carter in concerto venerdì 7 aprile al Moro di Cava dè Tirreni

Grande Jazz venerdì 7 aprile al Moro di Cava de Tirreni con il concerto di Deborah J. Carter Italian Quartet. Ad esibirsi sul palco la cantante americana Deborah J. Carter, accompagnata da Daniele Gorgone al pianoforte, Daniele Sorrentino al contrabbasso e Giovanni Campanella alla batteria.

Deborah J. Carter, cantante, compositrice e arrangiatrice, è una delle artiste più apprezzate del jazz mondiale, grazie alla sua voce vellutata e profonda: un timbro potente e swingante per un sound che senza alcuna cesura con la tradizione, ha comunque trovato una strada originale e innovativa. La Carter eseguirà un repertorio che ripropone alcune pietre miliari della storia del jazz, altre chicche meno note con arrangiamenti originali. Artista cosmopolita – nata negli Stati uniti, cresciuta alle Hawaii e in Giappone è perennemente in tour, a capo del suo trio o come ospite di formazioni diverse, dal duo alle grandi orchestre. L’ultimo disco “Blue Note and Red Shoes”, è stato registrato con il suo trio di lunga data con artisti di fama internazionale e vari ospiti ed è un ottimo esempio del suo genere preferito, il ‘jazz metropolitano’. Una musica, la sua, che riflette l’energia e lo spirito di tutte le città, in questo 21esimo secolo che ha assorbito le influenze e gli aspetti cosmopoliti dei suoi abitanti.
A completare un quartetto dalla straordinaria energia ed eleganza tre talenti di casa nostra: Daniele Gorgone, talentuoso pianista dal fraseggio adrenalinico, tipico del bopper, e dalle fascinose inflessioni bluesy, ha collaborato – in studio e sul palco – con artisti del calibro di Scott Hamilton, Bucky Pizzarelli, Juliet Kelly, Flavio Boltro, Emanuele Cisi, Roberto Gatto, Fabrizio Bosso, Joe Cohn. Francesco Puglisi, contrabbassista che da anni garantisce a diversi tipi di formazione un supporto affidabile e creativo, in possesso di un timing chirurgico, e di un notevole senso dello swing che ne fanno uno tra i contrabbassisti più stimati e prolifici del circuito jazzistico nostrano. Il batterista Giovanni Campanella, brillante già nello studio – dopo il Conservatorio “Perosi” continua lo studio della batteria a Napoli presso la Scuola “Musicisti Associati” vincendo 2 borse di studio e il Premio Migliori Allievi ai Seminari del Nuoro Jazz Festival 2009; in carriera finora ha suonato tra gli altri con Tullio de Piscopo, Dario Deidda, Stjepko Gut, Fabrizio Bosso, Daniele Scannapieco, Sandro Deidda, Jerry Popolo e Joseph Lepore.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *