full screen background image

Napoli, al via il premio “Buona Sanità”

Venerdi 26 Gennaio alle ore 17.30 al Teatro Mediterraneo della Mostra di Oltremare ci sarà la Manifestazione del premio “ Buona Sanità ”
nel Ventesimo Anniversario. Questo premio è nato per dare visibilità, luce, coraggio e soprattutto speranza ai quei professionisti della salute che con la loro testimonianza di vita, con la loro professionalità e sacrificio sono d’esempio per il mondo dell’umana sofferenza. Il premio è dedicato a Costantino Mazzeo, un esempio concreto, una vita spesa al servizio della Sanità. Un direttore a “porte aperte”. Tutto il mondo della Sanità sono la base per “ LAVORARE PER EROGARE SALUTE”. La buona sanità c’è ed è tanta. Solo viene sommersa da quell’altra che fa più rumore e nasconde quanti nella sofferenza, nella dedizione continuano a credere e a sperare, quasi in un mondo sommerso. Il vero potere è il servizio, un esercito impegnato 365 giorni all’anno in qualsiasi condizione e luogo, un esercito a volte dimenticato e vessato. Si è voluto premiare innanzitutto le Istituzioni, come il Prefetto di Napoli Carmela Pagano, il Questore di Napoli Antonio De Iesu, il Generale dei Carabinieri Mario Cinque, il Generale dei Nas Adelmo Nusi perchè loro come istituzione debbono essere il faro guida del cittadino, proteggendo con la sicurezza, l’attenta vigilanza ed un severo controllo garantista. A loro e ai loro uomini e donne si affida il futuro dei nostri figli. Quando il male supera apparentemente il bene, la fierezza, la fiducia,l’unione di squadra supera e vince. Anche la Chiesa,così come fortemente esortata da Papa Francesco,esce fuori dal Tempio,esce fuori dalle cattedrali per approdare sul terreno sociale per andare sempre più verso le periferie esistenziali del dolore e della sofferenza. Viene premiato come esempio di terra di lavoro il Vescovo Angelo Spinillo. Premiate le strutture ospedaliere sia pubbliche che private,che ben supportano il pubblico anche con sacrifici, perchè tutti insieme supportano il Sistema Sanitario Nazionale. Ad esempio si premia l’Ospedale Cardarelli per il grave peso del carico lavorativo che deve sopportare e supportare, ma anche le eccellenze che ne fanno l’ospedale più importante del Meridione. Si premia la Fondazione Pascale per l’Amore alla ricerca. L’Ospedale di Avellino San Giuseppe Moscati di Avellino. Vengono premiati anche eccellenze extra regionali quali Veneto, Lombardia, Lazio, Molise, Puglie, graditi ospiti, perché la sanità è unica e deve essere uguale in Italia, nonché le Università base palestra del futuro. Si auspica un Sistema 118 Nazionale Unico come Istituzione per contenuti e protocolli. Alcuni nomi:SIS 118, ARES 118 di Roma. L’associazione scende in campo in collaborazione con istituzioni, altri enti certificatori, per dare un concreto ulteriore contributo di servizio al Sistema Sanitario Nazionale. Infine il premio giornalistico viene attribuito a chi si prodiga per la giusta comunicazione e informazione. Dal premio nasce la spinta a perseverare a sperare a credere e a ottenere. Grazie anche alle aziende e agli imprenditori coraggiosi che lavorano per la Sanità progettando e realizzando ausili e device per la Salute. Insomma un Premio, una Certificazione che tende a valorizzare davvero la Buona Sanità in Italia.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *