full screen background image

Napoli, fermata a Gianturco un’Organizzazione dedita al furto di cartoni

Con un compattatore da due tonnellate di capacità di carico sottraevano dai contenitori comunali della raccolta della carta e cartone circa 4 tonnellate di prodotto al giorno per un valore di mercato di circa 400 euro.

Gli Agenti della Unità Operativa Tutela Ambientale della Polizia Municipale, dopo averne monitorato i movimenti nei giorni precedenti, hanno proceduto al fermo di due persone mentre derubavano i cartoni, deponendoli nel grosso automezzo compattatore, dalle strade del centro cittadino: via Ferrara, via Venezia, via Gianturco e via Carlo di Tocco.

Uno dei due, un italiano di Boscotrecase – l’altro un extracomunitario con permesso di soggiorno – indossava una casacca, sottratta in precedenza, con logo dell’Azienda municipale Asia.

Sequestrato il compattatore e denunciati i due soggetti per furto di bene pubblico.

Il veicolo è intestato al fratello dell’italiano, titolare di un impresa di gestione di rifiuti di Boscotrecase. il quale interrogato dalla Polizia Giudiziaria, non avendo nessun contratto di recupero di carta e cartoni nella città di Napoli, non ha potuto giustificare i fatti per cui è stato denunciato per lo stesso reato di furto organizzato in associazione con i due operatori fermati precedentemente.

La ditta con sede a Boscotrecase sarà segnalata all’Ispettorato del Lavoro, all’INPS e all’Agenzia delle Entrate per ulteriori controlli in sede.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *