full screen background image

Rapinarono furgone portavalori il 12 maggio scorso a Castellammare di Stabia: arrestati in 5

Operazione da parte dei militari dell’arma dei carabinieri della compagnia di Castellammare di Stabia che alle prime luci dell’alba di oggi hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Torre Annunziata su richiesta della locale procura nei confronti di 5 indagati ritenuti responsabili, a vario titolo, di tentato omicidio, rapina aggravata in concorso, lesioni personali gravissime, porto e detenzione illegale di armi, ricettazione. I destinatari della misura sono indagati in ordine alla rapina a un furgone portavalori commessa il 12 maggio a Castellammare di Stabia in cui rimasero ferite da colpi di pistola 2 guardie giurate intente a ricaricare i terminali ATM di una filiale. Le indagini hanno fatto emergere gli interessanti dettagli di tutte le fasi del delitto: la pianificazione, la preparazione dei mezzi da usare, gli espedienti per ostacolare le manovre del portavalori, la “talpa”, la copertura della fuga. Il progetto fruttò un bottino pari a circa 320mila euro. I militari dell’arma dei carabinieri hanno identificato i malfattori grazie alle telecamere cittadine che hanno ripreso volti e targhe: li hanno, inoltre, intercettati mentre effettuavano sopralluoghi in varie filiali della provincia di Napoli e pedinamenti di furgoni blindati. I 5 membri della banda finiti oggi in manette prevedevano altri “colpi”, ma sono stati fermati e dopo le formalità di rito sono stati tradotti in carcere.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *