full screen background image

San Marcellino, carabinieri sventano rapina all’ufficio postale

Intervento da parte dei militari dell’arma dei carabinieri della locale stazione che hanno fatto irruzione nella casa adiacente all’ufficio postale, ma il proprietario era a Salsomaggiore dal fratello. Aveva solo lasciato un messaggio ai familiari: «Torno martedì sera». Un trentaseienne incensurato nullafacente, aveva un foro scavato nella parete del bagno di casa. Eppure, la sua non era la cella di un carcere, ma semplicemente l’abitazione di via Benevento che confina con l’ufficio postale di San Marcellino. Domani, sarà il primo giorno utile per pagare le pensioni e gli stipendi. Il sospetto è che quel buco sia stato scavato per oltrepassare la parete. Ipotesi. Che hanno portato però i carabinieri della stazione di San Marcellino e i militari del nucleo investigativo di Caserta a eseguire una perquisizione ieri pomeriggio nell’abitazione dell’uomo. L’ispezione è andata a buon fine: nel bagno a pian terreno della casa di via Benevento, i carabinieri hanno trovato il buco celato da un pannello di compensato.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *