full screen background image

Scuola: Il 29 settembre ENEA organizza il primo Open Day della Ricerca

Tante iniziative per i ragazzi delle scuole, esperimenti, giochi, ma anche incontri con i ricercatori e progetti di alternanza scuola-lavoro: sono alcune delle iniziative previste dall’ENEA per il primo Open Day della Ricerca che si tiene il 29 settembre nei centri di Casaccia e Frascati, vicino a Roma. L’obiettivo è avvicinare ragazzi e studenti al mondo della scienza e dell’innovazione tecnologica, ma si tratta anche di un’occasione per far conoscere al grande pubblico le eccellenze della ricerca italiana e le opportunità in campo occupazionale e della formazione. All’insegna di “scienza X tutti”, scienziati, ricercatori e tecnici dei Centri ENEA di Casaccia e Frascati faranno da ‘tutor’ tra show interattivi, documentari, esperimenti dal vivo, tour nei laboratori, esposizioni e giochi, dove teorie e formule matematiche lasciano il posto alla pratica, allo spettacolo e al divertimento.

Il programma (a partire dalle ore 16) – Nel Centro ENEA della Casaccia sarà possibile visitare il grande disco solare, l’ultimo nato tra le tecnologie del solare a concentrazione che, grazie all’energia del sole, è in grado di alimentare un condominio, ma anche scoprire come coltivare nello spazio e ricavare farmaci low cost dalla pianta del tabacco, osservare il quarto stato della materia, il plasma, mentre i più piccoli potranno assistere a dimostrazioni sulle coltivazioni ecosostenibili anche con strumenti di lotta biologica contro insetti e parassiti. Inoltre, nella hall dove si sperimentano le innovazioni tecnologiche per l’antisismica e per la messa in sicurezza del patrimonio architettonico e artistico, gli ospiti potranno assistere alla simulazione su “tavole vibranti” dei terremoti più forti che hanno colpito l’Italia negli ultimi decenni. Partecipando ai tour nel Centro sarà possibile scoprire anche come saranno case e città del futuro, ammirare una raccolta delle più affascinanti immagini delle 32 missioni in Antartide, ma anche partecipare a seminari, come quello sui cambiamenti climatici, per capire cosa possiamo fare per contrastarli.

Nel Centro ENEA di Frascati il pubblico potrà scegliere tra tour, film, seminari e tecnologie in mostra sul tema della grande sfida della ricerca: “imbrigliare” e utilizzare l’energia “pulita” ricavata in modo sicuro dal processo di reazione nucleare come quello che avviene nel Sole e nelle stelle. Inoltre, sarà possibile scoprire la bussola solare dell’ENEA, 100 volte più precisa delle bussole magnetiche, sperimentare quanta chimica c’è in cucina ed ammirare le opere d’arte in 3D, mentre i bambini potranno ballare con l’elettromagnetismo, ammirare gli ologrammi, giocare con la fisica della musica e con i robot. E poi esperimenti, Open-Lab e percorsi didattici per conoscere luce e laser, scoprire come fanno i treni ad andare a 500 km all’ora senza toccare la rotaia e incontri per comprendere i limiti del nostro pianeta. Tra gli eventi, alle 19:30 il “Talk-Show sulla fusione nucleare”, un dialogo scientifico a tu per tu con giornalisti e scienziati di ENEA, CNR, Consorzio RFX di Padova e università, un vero e proprio viaggio nell’energia del futuro per scoprire la sfida tutta italiana nella realizzazione di un superlaboratorio di ricerca sulla fusione, il DDT, Divertor Tokamak Test facility, che sarà l’anello di collegamento tra ITER, il più grande e potente reattore sperimentale che si sta costruendo in Francia e DEMO, il primo reattore che dopo il 2050 dovrà immettere in rete energia elettrica da fusione nucleare. Il programma completo degli eventi è consultabile sul sito ENEA, mentre aggiornamenti “minuto per minuto”, video, foto di backstage e curiosità in diretta dai Centri saranno online sulla pagina Facebook dell’ENEA.

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *