full screen background image

Torna “Jazz Inn Capri” all’ombra del Chiostro Piccolo della Certosa di San Giacomo

Torna “Jazz Inn Capri” all’ombra dei trecenteschi archi nel Chiostro Piccolo della Certosa di San Giacomo. A partire dal 30 agosto sino al 1 settembre sotto le antiche volte dello storico complesso monumentale si leveranno le note suonate da famosi artisti del panorama jazz internazionale. Il festival è diventato uno degli eventi più attesi di fine estate. Una tre giorni che vedrà avvicendarsi sulla pedana jazzisti italiani e stranieri amati e conosciuti dagli appassionati di questo tipo di musica. Apripista quest’anno sarà Joyce Elaine Yuille quartet, l’artista newyorkese che con il suo repertorio di soul, blues, gospel e jazz si esibirà in un concerto di altissimo livello. La sua voce riesce a regalare emozioni uniche tanto da essersi esibita sullo stesso palco come corista di Donna Summer, Randy Crawford e Gloria Gaynor e tra gli italiani Renato Zero, Laura Pausini ed Enrico Ruggeri. Ad accompagnare Joyce nel suo concerto alla Certosa ci saranno alcune delle giovani leve del jazz italiano, Daniele Cordisco alla chitarra, Alberto Gurrisi all’hammond, Elio Coppola alla batteria. Nella seconda serata ci sarà il concerto “Tony Esposito experience”. Il percussionista napoletano che alla platea caprese presenterà un progetto musicale che si muove su un piano tecnico ben definito ma comunque libero e aperto, dove la voce si inserisce come linea melodica guida e gioca con le tastiere e gli effetti. Insomma Tony Esposito ci porterà per mano nel sound metropolitano in una Napoli moderna piena di melodie e ritmi tipici della città partenopea. Nella sua exibition experience la voce di “Kalimba de luna” suonerà alle percussioni elettroniche e sarà accompagnato da Lino Pariota keyboard e voce da Claudio Romano alla batteria. Pezzo forte sarà la serata di chiusura il 1 settembre con il trio composto dal grande pianista americano Emmet Cohen che ha collezionato premi prestigiosi e nonostante la sua giovane età vanta collaborazioni con i giganti del jazz come Christian McBride, Joshua Redman, Jimmy Heat, Billy Hart, dal contrabbassista lucano Giuseppe Venezia, che ha collaborato con Greg Hutchinson, Jerry Bergonzi, Stochelo Rosenberg, solo per citarne alcuni e alla batteria il napoletano Elio Coppola, direttore artistico della manifestazione caprese, che negli States ha suonato con il grande batterista Kenny Washington. Il trio è tornato in Italia per dare vita al festival “Jazz Inn Capri”, per presentare un omaggio alla musica d’autore italiana interpretando in chiave jazz alcune delle famosissime canzoni di Peppino di Capri che si unirà al trio eccezionalmente per il festival, dando vita a quello che sarà la prima collaborazione tra il trio ed il grande artista. Per l’occasione verrà consegnata al Maestro della musica italiana il premio alla carriera “Jazz Inn Capri 2017”.
La rassegna “Jazz Inn Capri”, alla sua settima edizione è promossa dall’Assessorato alla Cultura ed eventi della Città di Capri, in collaborazione con il Polo Museale della Campania e organizzata dalle associazioni “Jazz Inn Capri”, “Musicology” e “Nesea Eventi Culturali” con il contributo del main sponsor Banco di Napoli.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *