full screen background image

Tutte le novità di Miss Italia 2016 in conferenza stampa a Milano

Nella suggestiva capitale della moda del design e della bellezza, si è tenuta la conferenza stampa del Concorso Nazionale “Miss Italia 2016”. Ha ospitato l’evento il Four Season Hotel, in via Gesù 6/8 Milano, dove la Patron del concorso Patrizia Mirigliani, insieme a Francesco Facchinetti, Valerio Zoggia Sindaco di Jesolo, Vincenzo Russolillo Produttore esecutivo dell’evento con il suo Gruppo Eventi, Fabrizio Salini direttore de La 7 e La7 d e Luigi Grasso capo della comunicazione de La 7 di Cairo, Giulia Arena Miss Italia 2013 e Alice Sabatini Miss Italia 2015, hanno comunicato alla numerosa stampa presente, le novità della 77° edizione del concorso, che andrà in onda sabato 10 settembre, in diretta TV su La7 e La7d, dal Pala Arrex di Jesolo (Ve), alle ore 20,40. Presentatore della serata, lo stesso Facchinetti, già presente nelle scorse edizioni come conduttore radiofonico, ma quest’anno pronto a ribaltare la scena con la sua ventata di energia e forza all’interno del mondo del social. Uomo grintoso dalla parola “facile”, rappresenta una novità rispetto alle classiche conduzioni passate, con nomi di presentatori di grande classe, tra cui menzioniamo per la squadra al maschile Frizzi, Conti, ma anche grandissimi nomi come: Corrado Mike Buongiorno e Pippo Baudo. Vincenzo Russolillo, Presidente del Consorzio Gruppo Eventi e agente del concorso Miss Italia per la Basilicata, già dai tempi del Patron Enzo Mirigliani, ha annunciato la nuova produzione del programma aggiungendo che visto il successo avuto in numerosi eventi come “Casa Sanremo” durante il Festival della canzone Italiana, ha proposto alla Patron Patrizia e realizzato a Jesolo presso il palazzo Kursaal, situato proprio di fianco al Pala Arrex, una zona confortevole denominata per accogliere in familiarità la stampa, gli addetti ai lavori e gli sponsor in un luogo accomodato da “Chateau d’Ax” , dove si alterneranno show cooking e food educazionali, con prodotti di eccellenze italiane. Nel corso della conferenza sono stati menzionati anche gli autori del programma, già conosciuti per gli eventi come il Festival di Sanremo e “Tale e quale”, che sono: Emanuele Giovannini, Ivana Sabatini e Leopoldo Siano. Altra nota intonata della Mirigliani, che dirige un concorso di donne, è l’aver scelto in tempi legati alla loro emancipazione e sviluppo in tutti i campi della vita sociale una regia al femminile, firmata Giuliana Baroncelli, che vuole rappresentare alleata delle concorrenti al fine di esaltare le doti delle Miss. Patrizia Mirigliani ha affermato: “Le iscritte al concorso quest’anno sono state 12 mila, e 400 sono state le selezioni che le ha viste sfilare in tutta Italia, grazie al laborioso impegno degli “agenti regionali che amano questo concorso quanto me, mentre 1500 sono state le ragazze “Curvy” che si sono messe in gioco con le loro forme abbondanti e sinuose e tre sono in finale”. Le 40 concorrenti apriranno la serata televisiva con il simbolo del tricolore, in omaggio ai 70 anni del concorso. “E’ un edizione dove non mancherà il sostegno al sociale – ha spiegato la Mirigliani – che sono e saranno sempre in primo piano, dalle iniziative con Equilibra sulla violenza contro le donne, che ha portato alla realizzazione di un libro di testimonianze, a quella con il Codacons contro lo stalking”. Gli ospiti musicali saranno Lorenzo Fragola, Alessio Bernabei e l’artista comico Francesco Cicchella, l’imitatore di Massimo Ranieri. Non ci saranno vallette: il loro ruolo viene preso da un gruppo di ballerini. Le novità sui social saranno lo “speed date” e lo “snap chat”, il social network più amato dalle miss prima delle finali (snapchat) e, durante la serata, le ragazze si cimenteranno anche in simpatiche prove estemporanee di corteggiamento (speed date). Le eliminazioni saranno di volta in volta dimezzate, cioè le ragazze passeranno da 40 a 20, poi 10, poi 5 infine 3 dalle quali verrà scelta la vincitrice Miss Italia 2016. Alla votazione parteciperà per il 50% il pubblico tramite televoto, per il 30% la qualificatissima giuria tecnica, presieduta dalla regista Cinzia TH Torrini insieme a Pino Pellegrino, Rosanna Lambertucci, Enzo Miccio, Federica Moro, Elvia Grazi, Veronica Maya, Elisa D’Ospina e Maria Mazza e per il restante 20% una giuria artistica di altissimo profilo composta da Raoul Bova, Mara Venier, Vincenzo Salemme, la giornalista Anselma Dell’Olio e la Medaglia d’Oro di Rio Gregorio Paltrinieri, campione dei 1500 stile libero di nuoto. La finale sarà preceduta da due anteprime, sempre in onda su La7 giovedì 8 e venerdì 9 settembre, presentate dalla Miss 2013 Giulia Arena, alle ore 23,15, con repliche sabato alle 14,20 ed alle 18,50. Al termine della serata di venerdì, il pubblico potrà cominciare a votare componendo il numero 894.100 da rete fissa, mentre si potrà votare da mobile, inviando un sms con il numero della propria miss, al numero 477.04.71. le preferenze saranno valide per il passaggio delle miss da 40 a 20 all’inizio della Finale tv. Nel finale, quando in gara ne resteranno dieci, le miss si presenteranno in abiti da sposa di Maria Celli. Infine, le cinque finaliste, sfileranno con gli abiti da sera di Renato Balestra su uno splendido red carpet e, una volta in tre, si sfideranno nella “gabbia” di Gianluigi Paragone. Vedremo le miss anche in bikini, ma non in una fase della gara, bensì in un momento di ‘celebrazione’ di questo indumento apparso per la prima volta 70 anni fa. Novità dell’anno sarà la sfilata delle mamme delle ultime due concorrenti rimaste in gara, prima che venga eletta la Miss 2016. Anche loro meritano un grande applauso, per aver cresciuto e educato ragazze che rappresentano le colonne dell’Italia. Fabrizio Salini direttore de La7, ha espresso grande soddisfazione per questa quarta edizione di Miss Italia, con i suoi numerosi rinnovamenti, sul canale televisivo La 7 e La7d . Salini ha affermato: “Sarà’ un’edizione strepitosa, come assicurano i nomi di Francesco Facchinetti e quelli delle due giurie, visto anche lo strepitoso successo della rete nei mesi di luglio e agosto, nonostante gli europei di calcio e le Olimpiadi”. Soddisfazione espressa anche da Valerio Zoggia Sindaco di Jesolo, che ha ospitato tanta bellezza, che ha portato la cittadina balneare dell’adriatico, a essere la più cliccata del web con una crescita del 33%. Infine Vincenzo Russolillo, che ha voluto ricordare la sua collaborazione ventennale con la famiglia Mirigliani e ha dichiarato: “per me, produrre il programma, rappresenta un particolare motivo di orgoglio che rafforza un legame antico. Un concorso che dura tantissimi anni, amato da tutti, in special modo da chi da anni collabora, per la perfetta riuscita del programma, diventando una grande famiglia, che ogni anno si ritrova per stringersi e gioire alla fine del percorso lavorativo. Il bello di Miss Italia non è solo la passerella delle concorrenti, ma anche l’Italia intera, che si riunisce tra agenti, fotografi, giornalisti e collaboratori tutti, dei diversi dialetti e costumi, che fino alla fine sostengono le candidate delle proprie regioni, ma che poi si rallegrano e sostengono la neo eletta anche se non è la preferita”. Dopo le anticipazioni, non ci resta che aspettare la serata finale, che come ogni anno ci riserverà delle splendide sorprese, di certo il concorso in 77 anni di vita non ha mai deluso nessuno, tradizionale, innovativo, spettacolare dal punto di vista del programma (basterebbe ricordare le vecchie edizioni che rispecchiavano le richieste del momento, un’interminabile presentazione di 100 ragazze, che non dava spazio alle loro performance). Oggi tutto è cambiato, un concorso motivazionale che cerca ragazze semplici con tanto talento e già dalle prime sere le trasforma in protagoniste dello spettacolo. Comunque vada, vincitrici o no, qualcosa hanno imparato e non è sempre detto che sia la prima eletta a diventare la nuova Sofia Loren, icona di bravura, bellezza famosa nel mondo, e pensare solo, che è stata una semplice ragazza nata una piccola cittadina di nome Pozzuoli.

Sabrina Abbrunzo




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *