full screen background image

Ufomammut: “Temple” il primo estratto da “Ecate”, svelato insieme alla copertina e alle date del tour – VIDEO

unnamed Una cortina di fumo sale dalle ciminiere, gli Ufomammut svelano la prima traccia lungo le lande di tutto il globo: si intitola “Temple”. Estratto dal settimo album Ecate, Temple rappresenta un punto di rottura ambizioso, lontano dal consueto approccio alla costruzione dei brani. Un riff pungente combinato con un rassicurante senso di regalità, che rivela nel suo scorrere un debole verso succulente pause progressive. Con una durata di oltre sette minuti, “Temple” ha la stessa qualità e capacità di rapire la mente, che ha reso i loro precedenti lavori tanto validi ma mostra anche una nuova tendenza da parte degli Ufomammut nell’esplorare territori al di fuori dei loro confini rituali. La band è inoltre lieta di annunciare il nuovo tour in supporto ad Ecate , che avrà inizio a Berlino e porterà la band in giro per l’Europa, incluse le apparizioni ad entrambi gli attesi Desertfest di quest’anno (a Londra e Berlino). Gli Ufomammut saranno affiancati nei loro concerti dai Conan (da Liverpool), i cui live sono pesanti come lapidi scagliate sulle orecchie. A seguire le prime date del tour confermate, presto saranno comunicate aggiornamenti:

UFOMAMMUT LIVE IN 2015:
APRILE
19.04 (Fr) Paris, Glazart (+ CONAN)
21.04 (D) Bielefeld, Forum (+ CONAN)
22.04 (D) Wiesbaden, Schlachthof (+ CONAN)
23.04 (D) Munich, Feierwerk (+ CONAN)
24.04 (D) Berlin, Desertfest (+ CONAN)
25.04 (Be) Brussels, AB (+ CONAN)
26.04 (Uk) London, Desertfest (+ CONAN)
28.04 (D) Siegen, Vortex (+ CONAN)
29.04 (D) Stuttgart, Kellerclub

MAGGIO
21 Maggio BALTIMORE (US) Maryland Death Fest

Ecate è il nome degno di una divinità e il titolo scelto dagli Ufomammut per il settimo album che uscirà il 30 marzo per Neurot recordings. Il devastante trio italiano, conosciuto nel mondo della musica psichedelica per le superbe capacità, ha tante affinità quante differenze nelle radici formative di ciascuno dei membri. Senza mai assecondare la facile classificazione di genere nel doom, gli Ufomammut caricano il loro sound di un’energia e uno spirito selvaggio inimitabile che scorre telepaticamente tra i membri Poia Urlo e Vita. Nel loro ultimo album, gli Ufomammut dimostrano di aver affinato le proprie abilità facendo un ulteriore, consapevole passo avanti, dirigono così l’orizzonte delle sei canzoni verso luoghi inesplorati: l’unica guida è quella di Ecate, la dea dalle 3 facce che si muove tra il regno degli uomini, degli dei e dei morti. Tradizionalmente associata all’immagine di una torcia (statue a lei dedicate si possono trovare nei pressi di incroci e mura delle città, dove si credeva che benedicesse o maledicesse i viaggiatori), rappresenta la congiunzione tra passato presente e futuro in un modo che è riconoscibile nelle tracce degli Ufomammut.Vi ricordiamo i link ai precedenti video part 1 e part 2. Questi video-report offrono l’opportunità di esplorare i retroscena della registrazione del disco e le radici del suo suono, che sottolineano l’approccio DIY dei componenti della band in qualsiasi cosa essi facciano. Oltre alle uscite in CD e LP su Neurot Recordings, Supernatural Cat pubblicherà un’edizione limitata in vinile per Europa e resto del mondo (Stati Uniti esclusi), prossimamente ulteriori dettagli e link al pre-order.