full screen background image

Basta roghi tossici, stamattina corteo per le strade di Bacoli

Freebacoli organizza un corteo per oggi, Domenica mattina a Bacoli (ore 10:30, dalla Villa Comunale): “Dopo quanto avvenuto nella mattinata di Venerdì 24 Ottobre alle sponde del lago Miseno, tanta è stata l’indignazione scatenatasi in strada e sul web da parte della popolazione. Decine di commenti, condivisioni di post, foto e video, hanno caratterizzato buona parte dei post dei cittadini dell’area flegrea. La nube nera che si è propagata dalle fiamme è stata avvistata, difatti, anche da Monte di Procida e Procida. Per questo motivo Freebacoli invita i cittadini a scendere in piazza e far sentire la propria voce. Per capire, denunciare, proporre, conoscere. Domenica (domani), ore 10:30, presidio in villa comunale a Bacoli, presso la fontana centrale. Lì diffonderemo volantini e cominceremo una passeggiata/corteo verso il complesso abbandonato delle Cinque Lenze. A piedi, in pochi minuti, raggiungeremo l’area oggetto di abbandono e scarico di rifuti. E lì terremo un’assemblea pubblica. Perchè è tempo di riprenderci i nostri spazi.”. Di seguito una considerazione a tal riguardo di Annamaria Varriale, presidente del Comitato per la Tutela della Salute Pubblica di Bacoli: “VERGOGNA! Bacoli, Comune riciclone, addirittura premiato da Legambiente con il 1° Premio “Comuni Ricicloni Campania 2013″ per essere il Comune del Sud Italia con la più alta percentuale di raccolta differenziata dovrebbe essere messo alla gogna per la gestione di tali rifiuti. Questa “virtuosa” Amministrazione utilizza un sito SIC, di grande pregio naturalistico e possibile risorsa di sviluppo culturale e lavorativo, che dovrebbe invece tutelare e promuoverne l’utilizzo, come zona di transito e travaso di rifiuti di ogni genere, deposito di ingombranti e deposito di automezzi per i rifiuti urbani col pericolo di dare origine, com’è avvenuto stamattina, ad un incidente pericolosissimo per la salute dei cittadini e dell’ambiente. Nella mia qualità di Presidente del Comitato per la Tutela della Salute Pubblica di Bacoli chiamo a raccolta tutti gli iscritti al Comitato e tutti coloro che hanno ancora un pò di amor proprio e per la propria terra per una mobilitazione generale al fine di chiedere all’Amministrazione ragione di tale scellerato comportamento e, a chi istituzionalmente preposto, di accertare cause e responsabilità dell’incidente”.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *