full screen background image

Bofrost premia gli chef che trasformano i surgelati in piatti gourmet

Il loro lavoro è proporre surgelati ai clienti Bofrost contattandoli via telefono, ma c’è anche la passione per i fornelli e hanno trovato un modo gustoso di conciliare le due cose, ricevendo un premio speciale dalla propria azienda. Martina Del Cuore, Elisa Monterosso, Alessandra Candela e Marialuce Badalamenti sono le dipendenti del call center Bofrost di Palermo che hanno vinto la seconda edizione di Bofrost Chef, il concorso che la più importante azienda italiana di vendita diretta di alimenti surgelati ha creato per i propri dipendenti di tutta Italia, che si sfidano con piatti da ristorante stellato realizzate a partire dai prodotti surgelati Bofrost.

La Bofrost a Palermo è una realtà importante: nel call center dell’azienda lavorano 24 dipendenti, tutte donne e assunte direttamente dalla casa madre, mentre dal 1993 è presente anche una filiale, che conta 26 venditori porta a porta anch’essi assunti come dipendenti.

Per la seconda edizione di Bofrost Chef, fra le 52 filiali di tutta Italia che hanno proposto una ricetta sono state selezionate tre finaliste, che si sono sfidate nella preparazione dei piatti nella sede dell’azienda, a San Vito al Tagliamento (Pordenone). Inoltre per la prima volta è stato scelto anche un dessert, realizzato “in diretta” sempre in sede.

«Anche quest’anno venditori e teleoperatrici hanno partecipato numerosi, da Nord a Sud, e abbiamo avuto in finale le squadre di Palermo, Este (Padova) e Casale Monferrato –spiega Natascha Roncadin, responsabile Ricerca e Sviluppo di Bofrost Italia–. Il livello è stato ancora più alto rispetto alla prima edizione e le ricette presentate ci hanno davvero stupito per l’originalità, l’accostamento tra gli ingredienti e la presentazione. Inoltre abbiamo introdotto un nuovo premio, Cake Creator, dedicato ai pasticceri amatoriali».

Per entrambe le categorie l’hanno fatta da padrone le dipendenti della filiale di Palermo. A essere incoronate Bofrost Chef Martina Del Cuore e Elisa Monterosso, che hanno cucinato una ricetta piena dei profumi della loro terra: un primo piatto di vermicelli con rana pescatrice e friarielli in salsa al profumo di limone. Anche il dolce vincitore è a base di prelibatezze siciliane: una cheesecake al pistacchio e gelsi neri di Monreale, opera di Alessandra Candela e Marialuce Badalamenti.

«È stata una vittoria inaspettata –dichiara Elisa Monterosso, 31 anni, da nove in Bofrost–. Abbiamo partecipato un po’ per gioco e alla fine ha vinto la semplicità. La cucina è una passione che coltivo nonostante il poco tempo, e quindi, assieme a Martina, ho pensato una ricetta gustosa ma replicabile da tutti». Le due vincitrici sono decise a riproporsi anche l’anno prossimo: «È stato un orgoglio vincere con i colori e i sapori della nostra terra –spiega Martina Del Cuore, 27 anni, in Bofrost da quattro–. Per la prossima edizione saremo ancora più agguerrite perché vogliamo replicare un’esperienza bellissima. Nella sede di Bofrost abbiamo ricevuto un’accoglienza fantastica, abbiamo imparato molto sulla nostra azienda e fatto incontri davvero stimolanti». Tutti i finalisti hanno vinto inoltre una cena nel ristorante Orsone di Joe Bastianich, a Cividale del Friuli, e un corso di cucina friulana.

Il concorso Bofrost Chef è nato per stimolare la creatività in cucina e per elaborare modi sempre nuovi per esaltare gli ingredienti surgelati: «Un’opportunità per preparare piatti prelibati risparmiando tempo, ma facendo bellissima figura grazie alla qualità della materia prima conservata con il metodo più naturale di tutti, la surgelazione» conclude Natascha Roncadin.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *