full screen background image

California, catturato a Sacramento l’assassino di due poliziotti

Al termine dopo sei ore la caccia all’uomo in California alla ricerca del feroce assassino di due poliziotti che ha seminato il panico nelle contee di Sacramento e Auburn. Il 34enne Marcelo Marquez, originario di Salt Lake City, e’ stato arrestato assieme alla moglie, con la quale era fuggito dopo aver ucciso il primo poliziotto, avvicinatosi alla loro auto per un controllo. Tutto e’ cominciato alle 10:30 del matino di ieri, quando l’agente Danny Oliver ha notato l’auto di Marquez nel parcheggio di un motel, a Sacramento. Il poliziotto si e’ avvicinato a piedi alla vettura per un controllo di routine. L’uomo alla guida, in compagnia della moglie, ha sparato con un fucile d’assalto colpendo il poliziotto al torace per poi darsi alla fuga. L’agente, da 15 anni in polizia e padre di due figlie, e’ deceduto poche ore dopo in ospedale. L’assassino ha quindi rubato un’altra auto dopo aver sparato alla testa al conducente che aveva opposto resistenza e che ora e’ ricoverato in gravissime condizioni. Poi Marquez si e’ impadronito di un’altra auto e ha proseguito la fuga nella vicina contea di Placer. Braccato dalla polizia, ha sparato ad altri due agenti, uccidendone uno, Michael David Davis Jr., 42 anni. Il padre dell’agente, anche lui poliziotto, era stato ucciso in servizio nella contea di Riverside esattamente 26 anni prima. La fuga si e’ conclusa alle 16 ora locale, nella contea di Placer, quando Marquez si e’ arreso dopo che un centinaio di agenti avevano circondato la casa in cui aveva trovato rifugio. La moglie era stata arrestata poco prima. I media locali hanno parlato della “piu’ vasta caccia all’uomo della storia di Sacramento”.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *