full screen background image

Finalmente la Stazione Trencia di Pianura è Sicura: “ma Restano i Disagi Strutturale”

L’EAV SCHIERA I CINOFILI DELLA COSMOPOL E AGENTI DI POLIZIA AMMINISTRATIVA AI TORNELLI MA SI FERMANO GLI IMPIANTI DI RISALITA E L’ASCENSORE
La stazione della cumana del quartiere Pianura “La Trencia” nota alla cronaca negli ultimi tempi per gravi fatti di ordine pubblico consistenti in atti vandalici, bullismo, violenze e furbetti dei tornelli, da alcuni giorni è presidiata h24 dalle guardie particolari giurate appartenenti all’unità operativa di Napoli del prestigioso istituto di Vigilanza Privata Cosmopol S.p.A. coadiuvate dal maresciallo capo Giuseppe Schiattarella. Ma la vera novità di questo importante provvedimento adottato dall’EAV che gestisce la ferrovia circumflegrea, è Max, il cane vigilantes, un pastore tedesco in forza al nucleo cinofili della Cosmopol che affianca le due guardie incaricate del servizio di sicurezza della stazione unitamente ad un agente EAV avente titolo di polizia amministrativa. Accolgono con piena soddisfazione il provvedimento il consigliere comunale di Napoli Andrea Santoro ed il consigliere municipale Pasquale Strazzullo i quali da tempo hanno acceso i riflettori sulla necessità di adottare un drastico provvedimento per rendere la stazione sicura nell’interesse dei numerosi utenti che quotidianamente usufruiscono della cumana. Proprio Strazzullo nei mesi scorsi si fece promotore di un ordine del giorno presentato nel Consiglio della nona municipalità Pianura/Soccavo che andava in questa precisa direzione. Se da un lato ci complimentiamo con il presidente dell’EAV Umberto De Gregorio, dall’altro non possiamo evitare di evidenziare il persistente disagio dovuto al fermo delle scale mobili e dell’ascensore per l’assenza di personale addetto presumibilmente in ferie. Ed e proprio questa problematica che ha fatto inveire le centinaia di persone in particolare invalidi ed anziani i quali hanno allertato in più occasioni le forze dell’ordine che giunti sul posto hanno adottato i rilievi del caso. Auspichiamo, concludono Santoro
e Strazzullo, che questo provvedimento relativo alla sicurezza della famigerata stazione non svanisca insieme alle luminarie natalizie…, ma resti in via del tutto definitiva e che anche la problematica relativa ai disagi tecnici vengano risolti al più presto. Nei prossimi giorni, continuano i due consiglieri, formuleremo una proposta alla Regione Campania ed al Comune di Napoli per far si che alle Guardie Particolari Giurate che operano nelle stazioni ferroviarie venga attribuita anche la qualifica di polizia amministrativa così come è già avvenuto nelle città di Roma e Milano. La sicurezza sussidiaria ormai ricopre ruoli di primaria importanza che si avvicinano sempre più alle forze dell’ordine garantendo vigilanza e sicurezza pubblica in luoghi sensibili come stazioni ferroviarie, porti e aeroporti che in Campania sono svolti principalmente dalla Cosmopol S.p.A., azienda di origine avellinese leader del settore che vanta un vero e proprio esercito di guardie particolari giurate formate anche per il servizio antiterrorismo. Intanto fanno sapere gli addetti ai lavori, alla fermata della circumflegrea “La Trencia” da quando ci sono le guardie particolari giurate è record di incassi per la biglietteria EAV.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *