full screen background image

Fini: “centrodestra diviso e senza idee” – VIDEO

finiAll’Assemblea regionale di Libera Destra. Fini ha evidenziato che Renzi ”ricorda, in certi momenti, tanto Berlusconi. Entrambi – ha spiegato – fanno ricadere la responsabilita’ delle cose non fatte sugli altri, facendo sempre rimbalzare la palla in tribuna”. Il mio ritorno? I vuoti vanno riempiti Non è proprio “un concerto polifonico. Da una parte c’è Alfano, sostenitore convinto e organico del governo: mi ricorda un po’ i Repubblicani nel rapporto con la Dc. Poi c’è Berlusconi, che da un lato scrive il Patto del Nazareno e dall’altro critica la politica economica del governo. Quindi c’è la Lega, impegnata in una radicale contestazione dell’azione di governo: ma senza un progetto. Solo populismo”: questo il quadro del centrodestra secondo Gianfranco Fini, “Il problema del centrodestra si chiama Forza Italia”, dice Fini: “In quel partito il condottiere ha perso la strada e alterna continuamente le posizioni. E l’amarezza maggiore per mesi chiama Fratelli d’Italia: ovvero i presunti eredi di An, diventata pallida fotocopia della Lega”. Fini ne ha pure per Renzi, che gli ricorda “il primo Berlusconi. Sempre allergico al confronto. Da lui mai l’ammissione di un errore”. L’ex presidente della Camera nel futuro vorrebbe “continuare ad andare in giro per l’Italia a riflettere sulla politica”, poi aggiunge che “per il resto è chiaro: gli spazi vuoti vanno riempiti. È evidente che in questo momento c’è una destra piatta che ripropone solo vecchie parole d’ordine. Proprio ora che la sinistra fa propri i linguaggi del centrodestra.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *