full screen background image

Formiche all’Ospedale “San Giovanni Bosco” di Napoli, Dichiarazione del presidente de Luca

“Ho fatto visita questa mattina alla paziente ricoverata nel reparto di Medicina dell’ospedale San Giovanni Bosco al centro del gravissimo episodio verificatosi due notti fa. Sono stato nell’ospedale anche per verificare nel dettaglio, al netto delle inchieste in corso, quanto è accaduto. Accertato che, da subito, tutti i reparti del plesso sono stati sanificati nuovamente (dopo che già nello scorso mese di agosto era stata realizzata una completa disinfezione) attualmente sono ancora in corso puntuali accertamenti su quanto si è verificato nel corso della notte tra il 9 e il 10 novembre, quando le formiche sono penetrate nel reparto fin sul letto della paziente. Vanno accertate tra l’altro la perdita eventuale di soluzione al glucosio e dell’alimentazione che era in corso via flebo, il funzionamento dei dispositivi medici, o ancora altre possibili cause. Sarà utile anche chiarire chi era presente nel reparto alle 6 del mattino, impegnato a girare un video, impiegando tempo prezioso e senza allertare subito il personale.
Quello che è certo è il mancato e doveroso controllo della paziente. Si procederà come sempre con il massimo rigore, oltre alla sospensione già decisa, del personale in servizio. Il direttore sanitario dell’ospedale in giornata denuncerà all’Autorità Giudiziaria quanto è accaduto perché possano essere individuati eventuali comportamenti dolosi.
Intanto proseguirà il lavoro di riorganizzazione e bonifica della sanità. E’ doveroso difendere la dignità di Napoli, delle tante realtà di eccellenza nazionale e del lavoro straordinario sul piano della dedizione e professionalità posto in essere da migliaia di medici, infermieri e dipendenti delle nostre strutture.
Per le aree di inefficienza, di sciatteria – o peggio – ancora presenti, si procederà con rigore assoluto. Vi sono situazioni anomale frutto di decenni di disorganizzazione e di mancato governo della nostra sanità. Basti pensare che solo all’Asl Napoli 1 sono prendenti 160 provvedimenti disciplinari. Ricordiamo uno di questi casi: il primario che aveva chiuso arbitrariamente il suo reparto è stato sospeso per sei mesi dal servizio nelle more della conclusione del giudizio penale che potrà comportare anche il licenziamento. Ci si fermerà solo quando tutto il lavoro di riorganizzazione e di messa a regime del sistema sarà completata. Ci vuole coraggio e una determinazione ferrea, come sanno tutti quelli che conoscono la realtà di cui parliamo.

PROVEDIMENTI CAUTELARI !
IL DIRETTORE GENERALE ASL NA1 MARIO FORLENZA HA SOSPESO UN MEDICO E TRE INFERMIERI. SSI ALLEGA TESTO PROVVEDIMENTO

 

 

Napoli 11.11.2018 ore 00.15
AL DIRETTORE SANITARIO P.O. S.GIOVANNI BOSCO
dr. Matarazzo
p.c
-AL DIRETTORE GENERALE TUTELA DELLA SALUTE E COORD.SERVIZIO SANITARIO REGIONALE
Avv. Postiglione
-AL DIRETTORE GESTIONE RISORSE UMANE ASL NA1 CENTRO
dr. Ciarfera
OGGETTO: Formiche su paziente ricoverata reparto Medicina PO S.G.BOSCO -Provvedimenti cautelari
Con riferimento alla vicenda in oggetto come noto la Direzione Generale ASL NA1 CENTRO è prontamente intervenuta ed ha richiesto sia una dettagliata relazione alla S.V. oltre che una accurata indagine interna da parte del Servizio Ispettivo Aziendale. Nelle more degli esiti di tali accertamenti non e’ sfuggita a questa Direzione Generale la particolare attenzione della vicenda sotto il profilo mediatico per la sospetta totale omissione o comunque superficialità nella vigilanza delle condizioni minime igieniche sanitarie in cui i ricoveri devono essere garantiti da parte della struttura sanitaria P.O. S.G.BOSCO
Nella vicenda in esame, dal video postato in rete e che ha suscitato sdegno e allarme sociale,si vede chiaramente che sulla paziente sono presenti centinaia di formiche
che chiunque avrebbe potuto vedere se solo si fosse avvicinato alla stessa. Ritenendo legittimo il sospetto che tutto il personale sanitario di turno tra la serata del 9 è la mattina del 10/11 ( n.1 medico e n.3 infermieri ) sia venuto meno alle proprie funzioni di controllo e vigilanza della paziente per un lungo lasso di tempo abbandonando di fatto la paziente a se stessa e, soprattutto, tra le formiche si ritiene
che ,nelle more dell’accertamento delle singole responsabilita’ personali, sia necessario adottare un provvedimento di sospensione cautelare di tutto il personale in servizio dalla serata del 9 al 10/11
PER QUESTI MOTIVI SI DISPONE
la sospensione , con decorrenza dal 11.11.2018
del medico di turno
1.Dr F.C.
e degli infermieri
2. P. D.
3.M. C.
4. D. D. C.
Si invita la S.v. a comunicare agli interessati la sospensione di cui al presente provvedimento che ancorché adottato tramite Whatsapp ha validità formale e sostanziale e che sarà comunque confermato per iscritto nella giornata di Lunedi p.v.

NAPOLI 11.11.2018
IL DIRETTORE GENERALE ASL NA1CENTRO
MARIO FORLENZA




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *