full screen background image

Incendio sul traghetto “Norman Atlantic”: la nave è ingovernabile – continuano i soccorsi

1419751653-norman-atlanticPaura in queste ore per un vasto incendio scoppiato alle prime luci dell’alba su di una nave passeggeri italiana “Norman Atlantic”, con 411 passeggeri e bordo 55 membri d’equipaggio, al largo dell’isola greca di Corfù. I passeggeri – secondo quanto appreso da una tv greca – stanno via via abbandonandola, mentre le condizioni del tempo sono pessime e rendono difficile i soccorsi. Il traghetto in fiamme è ingovernabile e sta scarrocciando verso le coste albanesi. Lo ha comunicato il comandante della nave alla centrale operativa delle Capitanerie di porto. Sul posto si trovano sette mercantili e un’imbarcazione della Guardia costiera italiana, mentre è in arrivo da Brindisi un rimorchiatori specializzato con squadre di vigili del fuoco. Il traghetto battente bandiera italiana era partito dal porto di Igoumenitsa, della Grecia Nord Occidentale diretta ad Ancona. L’incendio nel garage della nave è scoppiato, secondo i media locali, intorno alle 5.30 di questa mattina (le 4.30 in Italia), per cause ancora ignote. Attualmente sono stati portati in salvo su altre navi 150 presone mentre il forte vento e il mare agitato rendono difficile l’opera di soccorso. Sul posto sono già arrivate due navi che a causa delle condizioni del mare non riescono ad avvicinare il traghetto per prendere a bordo i passeggeri, sul posto sono già arrivate, secondo la televisione greca Skai, sette navi passeggeri, quattro navi della guardia costiera, tre elicotteri e due aerei. Intanto fanno rotta verso la Norman Atlantic un nave rimorchiatore italiano e una nave dei pompieri greci partita da Igoumenitsa. Almeno quattro navi mercantili che si trovavano nel basso Adriatico sono state dirottate nella zona dove si trova il traghetto in fiamme partito dalla Grecia e diretto ad Ancona. Uno di questi avrebbe già raggiunto la zona e preso a bordo le circa 150 persone che si erano calate con le scialuppe. Dell’Italia sono partite anche due motovedette della Guardia Costiera e elicotteri della Marina e dell’Aeronautica. Ci sarebbero anche famiglie con bambini, ma a bordo della nave vi sarebbero per lo più autotrasportatori. Dalla Puglia sono partiti due rimorchiatori con a bordo mezzi dei vigili del fuoco dal porto di Brindisi con due motovedette della Capitaneria di porto. Motovedette sono partite anche da Santa Maria di Leuca e da Otranto, che è la località italiana più vicina alla zona dell’emergenza. Impegnati nelle operazioni anche alcuni elicotteri, due della Guardia costiera e uno della Marina militare partiti da Catania e da Grottaglie.