full screen background image

Incidenti fraudolenti: i veicoli commerciali nell’obiettivo delle gang inglesi

I “White Van Man”, in slang inglese gli autisti di furgone, sono sempre più al centro del mirino dei “crash for cash”, pericolosi incidenti provocati di proposito dalle gang criminali per frodare le assicurazioni, secondo una ricerca condotta nel Regno Unito da APU (agenzia privata di investigazione sulle frodi assicurative automobilistiche) e Hill Dickinson. Questa preoccupante tendenza, registrata negli ultimi 12 mesi, sottolinea come i veicoli commerciali leggeri siano stati coinvolti in almeno un terzo degli incidenti causati deliberatamente dalle gang. I truffatori rivolgerebbero la loro attenzione ai veicoli professionali, per la maggiore probabilità di trovare una formula assicurativa a copertutra totale e per la minore propensione dei conducenti alla contestazione sulla responsabilità del sinistro, dettata spesso dalla necessità di rispettare gli stretti tempi delle consegne. Secondo il team di ex agenti di polizia e investigatori forensi, una denuncia di traumi da incidente su sette, circa 69.500 in un anno, sarebbe legata a un “crash for cash”, con un costo per l’industria automobilistica di circa 392 milioni di sterline ogni anno (circa 490 milioni di euro)




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *