full screen background image

Lutto nella Pallanuoto, ucciso a Gaza giocatore della nazionale israeliana

Bar Rahav, nazionale israeliano di pallanuoto, è stato ucciso durante i combattimenti in corso nella Striscia di Gaza. Ne dà notizia la federnuoto italiana in una nota. Il 21enne pallanotista che stava seguendo l’addestramento per diventare un ufficiale del Genio militare israeliano – è stato colpito insieme al suo contingente da un missile sparato da un autocarro nella regione palestinese di Ramat Yishai. Rahav aveva frequentato il liceo presso il moshav di Nahalal ed era il capitano del Kiryat Tiv’on – squadra con sede nel distretto di Haifa – con cui aveva vinto il campionato nazionale e guadagnato la convocazione nella nazionale di pallanuoto israeliana. Avrebbe potuto essere esentato dal prestare servizio nel Genio militare israeliano per meriti sportivi, ma ha scelto di arruolarsi. Bar Rahav sarò sepolto a Kiryat Tiv’on con i gradi di sottotenente. Il Comitato Olimpico di Israele ha espresso il proprio cordoglio, anche a nome dei giocatori e tecnici del paese, auspicando una veloce guarigione per i feriti. La Federazione Italiana Nuoto formula le più sentite condoglianze alla famiglia, alla società e alla Israel Waterpolo Associations, auspicando che vengano immediatamente rispettate le indicazioni dell’ONU e cessi il conflitto a Gaza tra Israele ed Hamas.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *