full screen background image

Napoli, rapinavano abitazioni fingendosi agenti di polizia: 10 arresti

Operazione da parte dei militari dell’arma dei carabinieri del Nucleo investigativo di Napoli che stanno dando in quete ore esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di una decina di persone ritenute responsabili di furti e rapine in abitazione. Il provvedimento e’ stato emesso dal gip del Tribunale di Napoli. Nel corso di indagini, coordinate dalla Procura partenopea, i militari dell’Arma hanno accertato che gli indagati appartenevano a due distinti gruppi criminali con base a Napoli e operativita’ in tutta Italia. I rapinatori si travestivano da appartenenti alle forze di polizia ed esibendo alle ignare vittime falsi decreti di perquisizione si introducevano nelle abitazioni, che poi svaligiavano. Sequestrati segni distintivi e casacche simili a quelli in dotazione alle forze dell’ordine. Durante il blitz dei Carabinieri e’ stata tratta in arresto anche la compagna di uno degli undici indagati, una cittadina colombiana 40enne, ricercata dal luglio 2013 per una rapina in banca commessa a Sant Feliu de Pallerols, in Spagna, nel corso della quale aveva rapinato con un complice, anch’egli ricercato, circa 28.000 euro. Durante le formalita’ di rito, grazie a una minuziosa comparazione delle impronte digitali di tutti gli arrestati, con sorpresa i militari dell’Arma hanno accertato che il complice del colpo messo a segno in Spagna era proprio il compagno napoletano della donna, che era stato identificato dall’autorita’ giudiziaria straniera con diversa identita’. Sequestrati pettorine e berrettini simili a quelli in dotazione alle forze dell’ordine, nonche’ un lampeggiante blu e una pistola scenica.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *