full screen background image

Pizzo a commercianti e distributori di mese scolastiche: 9 arresti tra Qualiano e Giugliano in Campania

Alle prime luci dell’alba sono scattate le manette ai polsi per nove persone da parte dei militari dell’arma dei  Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli, nell’ambito di indagini coordinate dalla locale Direzione distrettuale antimafia, che hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip a carico di nove persone ritenute vicine, a vario titolo, a due consorterie camorristiche: una facente capo al clan Mallardo e operante sulla zona costiera di Giugliano e l’altra facente capo al clan De Rosa sul territorio di Qualiano.

Gli indagati, secondo quanto riferiscono i militari dell’arma dei Carabinieri, attraverso l’uso di armi e con l’intimidazione derivante dall’appartenenza alla criminalità organizzata erano dediti a estorsioni, sia tentate che consumate, ai danni di ditte edili, pescherie e alberghi.

Le indagini della compagnia di Giugliano in Campania hanno avuto inizio dopo la denuncia del dirigente di una ditta distributrice di pasti ad alcuni plessi scolastici nella zona di Varcaturo e Lago Patria: addetti alle consegne erano stati minacciati di “mettersi a posto” o altrimenti i furgoni sarebbero stati incendiati.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *