full screen background image

Pomigliano d’Arco, nascondeva crack dentro l’accendino: carabinieri arrestano 29enne

I militari dell’arma dei carabinieri dell’aliquota operativa di Castello di Cisterna hanno scoperto che un 29enne pregiudicato originario del comune napoletano di Pomigliano d’Arco, occultava le dosi di crack da spacciare nel suo accendino. Rendendo vuoto il corpo cilindrico, aveva ricavato una cavità in cui nascondere tranquillamente almeno 10 dosi di droga da circa 0,2 grammi. I militari dell’arma dei carabinieri lo hanno bloccato mentre spacciava 2 dosi di crack a un acquirente 31enne di Casalnuovo di Napoli, identificato e segnalato quale assuntore alla prefettura. Poi, perquisendo il pusher, i carabinieri lo hanno trovato a detenere 3 confezioni termosaldate della stessa sostanza, un bilancino e quasi 100 euro in contante, ritenuto provento illecito. L’uomo è stato arrestato per spaccio e tradotto ai domiciliari in attesa di essere giudicato con rito direttissimo.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *