full screen background image

Red Points, la soluzione per eliminare da Google le informazioni indesiderate

GoogleInteso come facoltà da parte di ogni cittadino di chiedere la rettifica o deindicizzazione dei propri dati personali che il motore di ricerca tratta e rende disponibili, il diritto all’oblio si configura come attuale rivendicazione dell’esigenza di tutelare i diritti fondamentali e la privacy dell’individuo rispetto all’interesse pubblico di accedere alla notizia.
Un tempo semplice piattaforma informatica intermediaria su cui gli utenti potevano caricare dati dei quali rimanevano gli unici titolari, oggi Google – e gli altri motori di ricerca – devono tener conto di un nuovo regime di responsabilità che li vede padroni dei contenuti online ma contestualmente tenuti a farli scomparire dai risultati delle ricerche, qualora ci fosse una specifica richiesta dall’utente.

Ecco comparire il famoso modulo istituito da Google, con cui ognuno può chiedere la rimozione di informazioni personali non veritiere o sorpassate.

Il problema è che i criteri di applicazione del diritto all’oblio sono stabiliti da un comitato istituito dallo stesso Google per bilanciare l’applicazione del diritto all’oblio con il diritto alla libertà di informazione e di stampa.
Ne deriva uno scenario statistico preoccupante: il 75% delle richieste di disindicizzazione provenienti dall’Italia risultano respinte.
In questo contesto nasce Red Points, società di origine spagnola presente sul mercato dal 2011 e approdata in Italia nel 2014 con l’obiettivo di contrastare la pirateria, difendere la reputazione online e tutelare il patrimonio digitale assicurando l’eliminazione del 98% dei contenuti illegali da Internet.

Il tutto in un panorama come quello italiano, al terzo posto nel mondo per pirateria informatica tra chi condivide e chi scarica contenuti protetti dalla proprietà intellettuale.

Nello staff di Red Points lavorano avvocati specializzati, esperti informatici e professori universitari che, grazie alla collaborazione di oltre 1300 importanti ISP (Internet Service Providers) a livello internazionale, hanno elaborato un innovativo software capace di ricercare ed eliminare dal web materiale piratato, insulti, foto e video compromettenti.
A testimonianza dell’efficacia di questo software, sono numerosi i Clienti che hanno scelto di farvi affidamento per ripulire Google da informazioni indesiderate e contenuti illegali.

Tra essi, Red Points vanta alcune delle squadre di calcio più importanti e vari illustri rappresentanti del mondo musicale ed editoriale.

Red Points agisce con modalità perfettamente legali, nel pieno rispetto della normativa in tema di proprietà intellettuale.
Il servizio è effettuato su misura e personalizzato in base alle esigenze del Cliente – dalla grande azienda multinazionale all’utente singolo – con costi del tutto accessibili, anche per privati.