full screen background image

Rovigliano,  nascondeva armi in officina: arrestato

Nella tarda serata di ieri, il dipendente gruppo della Guardia di Finanza di Torre Annunziata, nell’ambito di un’attività di servizio finalizzata al sistematico controllo del territorio e alla represione di traffici illeciti nell’hinterland oplontino, ha sequestrato un ingente quantitativo di armi in zona Rovigliano, al confine tra i comuni di Castellammare di Stabia, Pompei e Torre Annunziata. L’armeria clandestina, in particolare, è stata scoperta, dai militari del nucleo mobile della compagnia di Torre Annunziata, in un’officina artigianale adibita alla lavorazione di materiale ferroso e metallico ed era nella disponibilità di un soggetto originario di Torre Annunziata con precedenti specifici per illecita detenzione di armi, traffico di sostanze stupefacenti, rapina e associazione per delinquere. In specie, sono state sottoposte a sequestro 7 pistole/revolver, 1 fucile, 1 silenziatore e oltre 600 munizioni di vario calibro, tra cui 1 fucile utilizzato dalle truppe d’assalto israeliane, 2 s&w 357 magnum e 2 colt 44. Le armi erano state abilmente nascoste in una bombola metallica che era stata poi sottoposta ad apposita opera di saldatura e successivamente riverniciata. Il responsabile è stato tratto in arresto e tradotto, come disposto dal pubblico ministero di turno della locale procura della repubblica di Torre Annunziata, presso la casa circondariale di Poggioreale




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *