full screen background image

Samsung Galaxy Volley Cup A2: Battistelli sola in vetta con il 3-0 a Olbia

Battistelli sola in vetta con il 3-0 a Olbia, Soverato recupera da 0-2 e mantiene l’imbattibilità. Al secondo posto con le calabresi c’è Cuneo. Ravenna passa a Marsala, vincono Delta Informatica e Barricalla.

VOLLEY SOVERATO – BARTOCCINI GIOIELLERIE PERUGIA 3-2 (17-25, 20-25, 25-17, 25-21, 15-12)
Rimonta Soverato. La squadra di coach Leonardo Barbieri, ancora una volta, vince in rimonta e, sotto di due set, recupera una gara compromessa contro la Bartoccini gioiellerie Perugia vincendo al quinto e decisivo set e conquistando due punti importanti per la classifica. Dopo i primi due set, in molti magari hanno dato la squadra di casa sconfitta ma, ancora una volta, il grande carattere delle “cavallucce marine” ha avuto la meglio sulle avversarie. Una vittoria del cuore, di un gruppo affiatato, guidato dall’esperto condottiero che, con i giusti cambi, è riuscito a trovare la soluzione al match. Dall’altra parte, una squadra che ha lottato su ogni pallone e che alla fine ha meritato il punto; tanti gli errori nei primi due set da parte delle calabresi che sono riuscite a rimediare con il passare del tempo e a vincere con merito.

Veniamo alla gara. Volley Soverato in campo con la diagonale Pizzasegola – Mc Mahon, la coppia Bertone – Frigo al centro, martelli sono il capitano Donà e la canadese Gray, con libero Caforio. Dall’altra parte le umbre partono con Mazzini in regia e Fiore opposto, al centro Repice e Garcia Zuleta, in banda Lotti e Pascucci mentre il libero è Giampietri. Davanti agli spalti gremiti, inizia la partita con le ospiti che hanno una buona partenza e coach Barbieri ricorre al time out sul punteggio di 3-8 per Perugia. Al rientro Soverato riduce le distanze e si avvicina alle avversarie, 6-8 con Bertone al servizio. Bartoccini Perugia con un muro di Pascucci riallunga sul 10-15 ed arriva il secondo time out per le calabresi che sono costrette a rincorrere le ospiti in questa prima fase del match. Perugia allunga ancora il suo margine di vantaggio e con una fast di Repice si porta sul 15-21; errore di Frigo e ospiti a tre punti dal set con  Lotti in battuta. La squadra di coach Bovari chiude il parziale 17/25.

Secondo set con Perugia avanti 4-6. Adesso le due squadre giocano punto a punto e la situazione è di parità 16-16 con punto di Mc Mahon. Provano l’allungo le ospiti sul 16-19 e 17-21 con Soverato che fatica in questa fase di gara. Time out locale sul 17-22. Al rientro doppio muro e sette palle set per Perugia che chiude il secondo gioco 20/25 nonostante il tentativo di rimonta delle padrone di casa.

Coach Barbieri ad inizio terzo set lascia fuori Mc Mahon e manda in campo Taborelli; Soverato parte meglio questa volta, 5-2 e sull’allungo delle biancorosse, 10-5, arriva il time out per coach Bovari. Sul 13-7 cambio nel Perugia con Barbolini dentro per Lotti. Spingono adesso le locali, avanti 18-11 con Pascucci e compagne che tentano di punto di Donà.

Gara adesso più equilibrata con Gray e compagne, nel quarto set, spinte dal pubblico di casa e avanti 8-5 ma poco dopo la situazione è di nuovo in parità. Soverato si porta sul più tre, 16-13 e con doppio punto di Gray la compagine di casa conduce 19-15, portando così coach Bovari a chiedere time out per la Bartoccini. Due punti per le ospiti e sul 17-19 entra Millesimo per Bertone; errore di Taborelli e time out chiesto da Barbieri con le ospiti di nuovo a ridosso del Soverato, 19-18. Al rientro, prima Taborelli e poi Gray allungano nuovamente e dopo un attacco ospite fuori coach Bovari chiama il time out con le ioniche avanti 22-18. Alexa Gray regala quattro set point, 24-20 con il “Pala Scoppa” una bolgia. Annullato il primo, Soverato chiude 25/21 guadagnandosi il tie break.

Ritorna in campo Bertone per Millessimo nel quinto set. Inizia bene la squadra di casa che si porta avanti 5-2 con punto di Taborelli; al cambio campo Soverato è avanti 8-6. Donà e Gray allungano sul 11-7 ed è time out ospite; bolgia infernale adesso e Soverato è 12-7 con la Bartoccini che comunque non molla. Due punti delle umbre e coach Barbieri chiama time out sul 13-10; al rientro errore di Gray e punteggio di 13-11 ma la stessa canadese regala tre palle match, 14-11. Annullato il primo chiude Gray 15-12. Un successo pesante per come si era messa la partita e ancora una volta Donà e compagne hanno dimostrato il loro grande carattere e lo spirito di squadra contro un avvesario sceso in Calabria per giocare a viso aperto.

“La nostra squadra ha disputato una bellissima partita – esordisce coach Fabio Bovari -. Abbiamo lavorato bene nelle fasi di studio che avevamo preparato e giocato due set ad altissimo livello. Poi è rinvenuto un avversario in maniera veemente e ci ha messo alle corde. Il tie-break è andato ad appannaggio del Soverato per un paio di giocate in più che hanno fatto la differenza. Che cosa dire? Tornare da una trasferta a Soverato con la capolista, riportare a casa un punto ed aver disputato una partita magistrale, credo che mi riempa di gioia e mi faccia continuare a dire che siamo sulla strada giusta ed il lavoro che stiamo facendo, piano piano, sta cominciando a dare i suoi frutti”.

DELTA INFORMATICA TRENTINO – P2P GIVOVA BARONISSI 3-0 (26-24, 25-21, 25-22)
Pronto riscatto per la Delta Informatica Trentino che dopo tre sconfitte riesce ad avere la meglio in soli tre set contro le campane di P2P Givova Baronissi. Una sontuosa Moncada in cabina di regia e le ottime prestazioni delle centrali Moretto (11 punti con il 64% in attacco, 2 muri ed 1 ace) e Fondriest (9 punti con il 50% in attacco e 2 muri) hanno spianato la strada al successo trentino. Non basta nelle file campane la prova positiva dell’ex di turno, la schiacciatrice Miroslava Kijakova autrice di 14 punti ed il 44% in attacco.

Negro si affida a sorpresa a Michieletto che vince il ballottaggio con Fiesoli, resto della formazione immutata rispetto alle scorse uscite con Moncada al palleggio, Kiosi opposto, Dekany con la già annunciata Michieletto in posto-4, Fondriest e Moretto al centro della rete e Zardo libero. Ivan Castillo risponde con Avenia in regia, Mendaro Leyva opposto, l’ex Kijakova e Moneta laterali, Strobbe e Vujko al centro e Maggipinto libero.

A partire forte è Baronissi che grazie ad un insidioso turno al servizio di Moneta riesce a portare subito il muso avanti conducendo di due lunghezze (4-6). La Delta Informatica non sta certo a guardare ed è il servizio di Kiosi assieme agli attacchi di Dekany a riportare la frazione di gioco sul binario trentino (10-7). L’opposta cubana mancina Mendaro Leiva scalda il braccio, Baronissi prende fiducia e riesce ad impattare (15-15). Il parziale va avanti a break ed immediati contro break (19-16; 20-20) portando il verdetto finale della prima frazione ai fatidici vantaggi. Un primo tempo vincente di Fondriest prima ed un attacco out di Strobbe assegnano la prima frazione di gioco alla Delta Informatica (26-24).

Pronti via e con i sestetti immutati e subito la Delta Informatica a prendere il primo grande break di vantaggio (15-10) grazie soprattutto ad una Moretto inarrestabile. Non lasciano nulla per strada le ragazze guidate da Nicola Negro che con trovano nella difesa e nel contrattacco un’arma fondamentale per il proprio gioco (19-14). Mister Castillo prova a cambiare carte in tavola inserendo Ferrara per Kijakova e Quarchione per Mendaro Leiva ma Michieletto è in stato di grazia e non sbaglia più un colpo (22-16). A chiudere la seconda frazione di gioco e portare la Delta Informatica sul 2-0 ci pensa un attacco out della ex Kijakova (25-21).

L’allenatore cubano delle campane Castillo cambia in cabina di regia inserendo Baruffi. Parte così la terza frazione all’insegna dell’equilibrio (6-6) fino a quando dalla linea dei nove metri non ci pensa Dekani a mettere in seria difficoltà la formazione campana (11-6). Moncada dirige la sua orchestra come meglio non può e la Delta Informatica prova a mettere la freccia (14-8). La scossa campana arriva poi dal turno al servizio di Mendaro Leyva (16-16). Negro inserisce Fiesoli per Dekani e la giovane schiacciatrice nelle file trentine ristabilisce equilibrio alla ricezione della Delta Informatica. Moncada con il servizio prima e Moretto con il muro poi regalano l’allungo decisivo alla Delta Informatica (23-19). Chiude il match un servizio direttamente out di Mendaro Leyva (25-22) consegnando l’intera posta in palio alla Delta Informatica Trentino. Premiata MVP del match la capitana Silvia Fondriest.

“Riscatto era la parola d’ordine. La vittoria oggi era quanto mai importante per la fiducia e per il morale delle ragazze. Ci stiamo allenando bene ma ancora non riuscivano ad esprimere la stessa qualità in campo la domenica – ha spiegato a fine gara Nicola Negro, tecnico della Delta Informatica Trentino –. Il primo set ce lo siamo complicate noi stesse non incidendo al servizio. Secondo e terzo set ci siamo sbloccate e siamo riuscite a giocare una buona pallavolo. Non ancora quella che ho nella mia testa ma comunque un livello soddisfacente”.

BATTISTELLI S.G. MARIGNANO – GOLEM OLBIA 3-0 (25-23, 25-23, 25-17)
Come si dice da queste parti, “Spettacolo!”. Davanti ai propri tifosi, sempre più numerosi, grande prova della Battistelli che vince anche contro la Golem Olbia con il punteggio di 3 a 0 e consolida il primato solitario in classifica. Le marignanesi partite con i favori del pronostico, nei primi due set molto equilibrati passano di misura mentre nel terzo primeggiano sulla formazione rivale grazie ad una prestazione corale maiuscola mostrando grande carattere e determinazione. Ottima prestazione della centrale Gray e della schiacciatrice Markovic (mvp di giornata). Le padrone di casa scendono in campo con Battistoni in regia opposta a Zanette, al centro Caneva e Casillo, in banda l’austriaca Markovic e Gibertini libero. Giangrossi per Olbia schiera la diagonale Spinello opposta a Provaroni, al centro Barazza e Bartolini, in banda la Nipponica Uchiseto e Soos con Barbagallo libero.

Nel primo parziale si porta avanti la Golem con Bartolini e Soss ma viene subito ripresa dalle padrone di casa con Zanette e Markovic sul 6 pari. Da qui il match procede ad elastico fino al 18 pari quando la Battistelli prova l’allungo sul 21 a 19 e costringe Giangrossi al suo primo time out discrezionale. È Uchiseto che ristabilisce la parità con due belle schiacciate a quota 22 e Coach Saja ferma il gioco. Esordio per la schiacciatrice Bordignon che dà una buona mano alla difesa della Battistelli. Un punto per parte e Giangrossi termina i time out. Saguatti con una bella piazzata guadagna il set point che chiude Markovic con una schiacciata: 25 a 23.

Il secondo set, che ripropone i sestetti del primo, vede avanti le ragazze di coach Giangrossi che si prendono un break di due punti e lo mantengono fino al parziale di 11 a 9. La Battistelli non ci sta e allunga sul 17 a 14 con un ottima Zanette ben innescata da Battistoni e Giangrossi ferma il gioco. Alla ripresa Olbia accorcia ed è Saja a chiamare time out. Set molto equilibrato che punto a punto procede verso il suo epilogo. Le padrone di casa allungano con Gray che ha sostituito Casillo e si portano 21 a 19. Un errore in battuta di Olbia e una schiacciata di Markovic regalano il primo di 2 set point alla Battistelli che si vede annullare il primo da Soos ma è Zanette che sigla la schiacciata vincente: 25 a 23.

Nel terzo set coach Saja conferma Gray al centro al posto di Casillo, mentre Giangrossi conferma il sestetto. Le squadre procedono a braccetto con un leggero vantaggio per le marignanesi che allungano sul 14 a 11. Un’ottima prestazione della giovane centrale Gray che mette a segno veloci alternate a muri e non fa rimpiangere la compagna Casillo. Sul 16 a 11 per le padrone di casa coach Giangrossi si gioca il suo secondo ed ultimo time out e manda in campo anche la rumena Muresan; ma la Golem contro un’avversaria che non regala nulla e combatte su ogni palla, deve cedere anche in questo set. Il punto finale è di Gray che chiude il match con il 25 a 17.

BARRICALLA COLLEGNO – SAVALLESE MILLENIUM BRESCIA 3-0 (25-20, 25-19, 28-26)
Vittoria importantissima per il Barricalla Collegno nella Samsung Galaxy Volley Cup di serie A2 femminile. 3-0 sulla Savallese Millenium Brescia in casa, tra le mura amiche del Pala Collegno. Una vittoria sudata e fortemente voluta dalle cussine guidate da coach Marchiaro contro una formazione quotata e coriacea.

La cronaca. Barricalla CUS Collegno Volley in campo con Morolli in regia e Agostinetto opposto, al centro capitan Gobbo e Pastorello, schiacciatrici Fiorio e Schlegel e Lanzini libero. Risponde Brescia con Prandi in palleggio e Decortes opposto, al centro Veglia e Guidi, in banda Dailey e Villani con libero Parlangeli. Nel primo set parte forte il Barricalla in vantaggio 7-3 ma Brescia recupera e raggiunge la parità 7-7. Le ospiti si portano in vantaggio 7-8 grazie ad un attacco di Villani; parità grazie ad Agostinetto e vantaggio 9-8 con un muro di Pastorello. Pipe di Schlegel ed è 10-8. Collegno allunga con Morolli in battuta ed è 13-11, attacco vincente di Fiorio 14-11. Ace di Morolli, 16-11 ed è time-out per Brescia. Al rientro in campo errore in attacco per Dailey, 17-11 per il CUS. Attacco vincente di Agostinetto ed è 18-12. Dentro Poser in servizio per Fiorio ed è ace, 19-12 per il Barricalla. Attacco vincente di Schlegel ed è 20-13. Ace di capitan Gobbo: 21-13. Pipe vincente di Fiorio: 22-13. Sul 23-16 dentro Courroux per Morolli. Ace delle ospiti ed è 23-18. Pipe di Agostinetto ed è set point 24-18. Attacco vincente di Brescia 24-19; pipe vincente di Agostinetto ed è 25-20.

Nel secondo set si parte nuovamente in parità. Prima 5-5, poi 6-6 per arrivare sul 9-8: cambio nelle fila cussine dentro Brussino in battuta per Pastorello. Collegno allunga 10-8. Brescia si rifà sotto grazie ad un muro di Veglia 10-10. Il Barricalla allunga nuovamente ed è 14-11 con in battuta Poser al posto di Fiorio. Time-out della Savallese sul 18-14. Attacco vincente di Brussino ed è 19-14. !9-17 per Brescia ed è doppio cambio cussino: Vokshi-Courroux per Morolli-Agostinetto. Errore in battuta per Brescia, 21-18 per il Barricalla. Pipe vincente di Schlegel ed è 22-19. Pallonetto vincente di Agostinetto: 23-19. Errore di Brescia, 24-19. Nuovo errore delle ospiti e il parziale si chiude 25-19.

Nel terzo parziale dentro Brussino per Gobbo. Il Barricalla parte in vantaggio 2-0 poi 3-1. Le cussine non mollano un pallone: prima 5-1 poi 7-3. Le ospiti si rifanno sotto ma una palletta di Morolli riporta il Barricalla a più due: 8-6. Fast vincente di Pastorello ed è 9-7. Si torna in parità sul 10-10. 11-10 Collegno, dentro Poser per Fiorio. Nuovamente parità: 11-11. Una sette di Brussino ed è 12-11, ma un attacco di Villani riporta le formazioni in parità. Si viaggia punto a punto e Brescia allunga di due lunghezze sul 16-18. Time-out cussino sul 16-19 per la Savallese. Al rientro attacco vincente di Agostinetto 17-19. Nuovo attacco di Agostinetto ed è 18-20. Doppio in palleggio per Brescia ed è 19-20. Agostinetto continua ad essere la mattatrice del match ed è 20-21. Invasione cussina ed è 20-22, dentro Vokshi-Courroux per Morolli- Agostinetto. Ace di Brescia ed è 20-23. Veloce di Pastorello: 21-23. Attacco vincente di Fiorio ed è 22-23. Time-out per Brescia. Errore in attacco per Brescia ed è parità: 23-23. Muro cussino: 24-23. Villani non ci sta ed è 24-24. Errore cussino 24-25. Attacco vincente di Vokshi 25-25. Dentro Gobbo per Brussino. Fast vincente di Brescia, 25-26. Attacco vincente di Fiorio 26-26. Dentro nuovamente Agostinetto e Morolli. Errore di Brescia 27-26. Muro vincente di Fiorio: 28-26.

“Stiamo crescendo molto sia individualmente che come squadra – le parole di Marta Agostinetto, schiacciatrice del Barricalla, a fine match -. Siamo state brave a rimanere unite dopo gli errori commessi. Mondovì sarà una squadra molto quadrata ma cercheremo di dimostrare che possiamo essere anche al loro livello”. “Siamo mancate in molti fondamentali – dichiara Francesca Parlangeli della Savallese – ma soprattutto è mancata la lucidità di chiudere i parziali e la voglia di vincere. Stiamo già pensando a mercoledì perché questo campionato è molto equilibrato”.

UBI BANCA S.BERNARDO CUNEO – SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO 3-0 (25-23, 25-21, 25-20)
Continua la marcia dell’UBI Banca S.Bernardo Cuneo che conquista la quarta vittoria consecutiva in stagione, la terza al PalaUBIBanca, vera e propria roccaforte per le ragazze di coach Salvagni. Il secco 3-0 ottenuto ai danni della Sorelle Ramonda Ipag di Montecchio porta le cuneesi a quota 13, seconda forza della Samsung Galaxy Volley Cup A2, ad un solo punto dalla capolista, la Battistelli San Giovanni Marignano.

Padrone di casa in campo con il sestetto “tipo” ed inedita maglia bianca, in regia capitan Dalia, Vanžurová nel ruolo di opposto, Mastrodicasa e Bertone centrali, Segura e Borgna in banda, Bruno libero. Coach Bertolini risponde con Giroldi in palleggio, Marcolina opposto, Bovo e Fiocco centrali, Pamio e Gomiero schiacciatrici, Pericati libero. Partenza veemente delle padrone di casa, che con un break di 4-1 costringono la panchina vicentina al primo t.o. della gara. Cuneo continua a spingere sull’acceleratore, ma dopo il 12-6 rallenta il ritmo e le ospiti pareggiano i conti sul 13-13. Coach Salvagni richiama le sue ragazze in panchina sul 15-17, il cambio di marcia arriva e Dalia e compagne si riportano avanti (19-18). L’ingresso di Re scuote le cuneesi che combattono punto a punto sino al 23-23, poi sono proprio due punti della neoentrata a chiudere la prima frazione sul 25-23 (1-0).

Il secondo set si apre con le padrone di casa avanti sin dalle prime battute: gli attacchi di Segura ed i muri di Mastrodicasa spingono Cuneo sino al 15-9, quando Bertolini chiama il minuto. Montecchio tenta di ricucire lo strappo, ma sono sempre le padrone di casa, spinte dal caloroso pubblico del PalaUBIBanca, a guidare il set. Bonifazi in campo per Dalia e padrone di casa che continuano a condurre sino al 25-21 finale (2-0).

Cuneo e Montecchio si affrontano ora a viso aperto, cuneesi avanti ma nessun break sino al 15-12, quando coach Bertolini chiama il primo stop. Le sorti del match paiono segnate, l’UBI Banca S.Bernardo Cuneo non concede spazio alle rivali sino all’attacco finale della spagnola Maria Segura, oggi incontenibile, che firma il 25-20 (3-0).

“Sono molto soddisfatto per questa vittoria – dichiara Salvagni, coach dell’UBI Banca S.Bernardo Cuneo -, ma non guardo la classifica, almeno fin quando non avremo affrontato un buon campione di squadre, perché molti fattori possono influenzare le prime giornate. È stata una buona settimana di lavoro e le ragazze hanno portato in campo quanto fatto in allenamento, nonostante alcuni cali fisiologici nei tre set, gestendo comunque alla perfezione questo tipo di gara. Oggi abbiamo visto una grande Maria Segura, ma tutte le ragazze stanno crescendo e questa alternanza di MVP è “normale” per una squadra che si allena ad altissimo livello. Ho a disposizione un gran bel gruppo: anche oggi Baiocco, Bonifazi e Re hanno dato il loro prezioso contributo. Appena tre giorni e torneremo in campo con Soverato, una squadra di livello che ha trovato nella canadese Gray un temibile terminale offensivo. Sarà un primo big match dal quale potremo iniziare a tirare le prime somme sul nostro lavoro, senza dimenticare che poi affronteremo nell’ordine Rimini, Ravenna e Chieri”.

SIGEL MARSALA – CONAD OLIMPIA TEODORA RAVENNA 2-3 (25-21, 20-25, 21-25, 25-20, 10-15)
La Conad Olimpia Teodora Ravenna ottiene la terza vittoria consecutiva, la seconda in trasferta, sul campo della Sigel Marsala e fa un ulteriore balzo in classifica, salendo fino al quinto posto. Primo punto del torneo per le siciliane.

Parte forte Marsala che prende il largo. Sul punteggio di 8 a 5 per le padrone di casa, coach Angelini chiama il primo time out della partita. Ravenna torna a farsi sotto (10-8) poi però è di nuovo Marsala a spingere sull’acceleratore, alimentando il distacco che, su un lungolinea della ex Olimpia Jasmine Rossini, arriva a sei lunghezze (17-11). Con un nuovo time out per Ravenna, si entra nella fase finale del set. Capitan Bacchi e compagne ritrovano sicurezza e si riavvicinano alle siciliane (18-15). È Marsala questa volta a chiedere il time out. Si prosegue a corrente alternata, poi sul 21-18, mentre la squadra di casa attraversa un momento complicato, il coach delle siciliane chiama il time out. Alla ripresa del gioco Marsala allunga nuovamente (24-18). Con Kajalina al servizio le leonesse riescono ad annullare i primi tre set point, ma alla fine sono costrette alla resa (25-21).

All’insegna dell’equilibrio l’avvio della seconda frazione di gioco (6-6). Marsala poi guadagna quattro punti di vantaggio (10-6) e coach Angelini chiede la sospensione del gioco. La capitana in battuta chiama la Conad alla riscossa. Nonostante la pausa time out voluta da Marsala (10-9), Ravenna passa in vantaggio (12-10) e, dimostrando grande grinta e carattere, approfitta del momento delicato che attraversano le padrone di casa per portarsi avanti di quattro lunghezze (16-20). Kajalina sugli scudi nella fase finale del set. Grazie ai suoi attacchi Ravenna si porta sul 19 a 24. Marsala riesce a riprendere il servizio ma è ancora l’opposto estone a firmare il punto finale del set (20-25).

Il terzo set inizia sulla falsariga del precedente. Su una palla contestata (5-5) Rossini ottiene un cartellino giallo per proteste. Sul 6 a 7 per Ravenna, le siciliane chiamano il time out. Questo terzo set è decisivo e per questo è molto sentito e combattuto dalle due formazioni in campo che procedono punto a punto (13-13). La tensione è palpabile, tuttavia le leonesse di Ravenna non si fanno intimorire nemmeno dal vivacissimo tifo sugli spalti di Marsala. Nella parte centrale del set le due formazioni procedono testa a testa (19-19), poi nel finale Ravenna riesce a distendersi (20-22) e a costringere Marsala al time out. Kajalina in battuta mette a segno una serie positiva, coronata da un importantissimo ace (20-24). Le siciliane riconquistano il servizio ma è Ravenna a chiudere il terzo set in attacco sul punteggio 21 a 25.

Nel quarto set Bacchi e compagne partono alla rincorsa delle padrone di casa che non demordono (6-2). Le leonesse si compattano e riducono a due lunghezze il distacco (9-7). Con Kajalina in battuta e un fallo di formazione fischiato a Marsala, Ravenna ritrova la parità (11-11). Come nel terzo set, anche in questa fase del match si torna a giocare punto a punto (15-15). Coach Angelini prova a chiamare la carica con un time out sul punteggio di 19 a 18. Marsala però si dimostra più reattiva, si porta avanti sul 21 a 18 e chiama il time out. La squadra di casa torna in campo galvanizzata e si porta avanti di cinque punti (19-24). Le leonesse riescono ad annullare il primo set point ma nulla possono sul secondo tentativo delle siciliane (20-25).

Kajalina e D’Odorico guidano le romagnole verso il caldissimo finale dell’incontro. Il tie break inizia con le leonesse che mettono a terra la prima palla. Ravenna è concentrata e allunga le distanze (1-5). Le siciliane però si riavvicinano pericolosamente (5-7) costringendo coach Angelini a chiamare il time out. Si torna a giocare con Kajalina che chiude il punto che conduce al cambio campo (5-8). Nella seconda parte del quinto set Ravenna amministra i tre punti di vantaggio (9-12) e con freddezza ed esperienza si porta fino alla palla del match point che viene concluso dall’ace in servizio di Menghi.

Simone Angelini analizza a caldo il successo conquistato a Marsala al tie break: “Nel primo set le nostre avversarie sono partite molto forte e ci hanno messo in difficoltà. Nel secondo e terzo set siamo partiti più tranquilli, abbiamo organizzato il nostro gioco, affidandoci ai nostri attaccanti. Siamo poi calati a fine quarto set e se stavamo più concentrati, specialmente come muro-difesa nel finale, riuscivamo a portare a casa tutti e tre i punti. Va bene comunque perché non è facile giocare una trasferta così lontano da casa, in più le nostre avversarie avevano bisogno di fare punti e hanno dimostrato grande attenzione. Hanno fatto un’ottima partita, hanno difeso tantissimo e battuto benissimo”.

SAMSUNG GALAXY VOLLEY CUP A2
I RISULTATI DELLA 5^ GIORNATA
Sabato 28 ottobre, ore 17.00
Club Italia Crai – Golden Tulip Volalto Caserta 3-0 (25-23, 25-14, 25-13)
Sabato 28 ottobre, ore 20.30
LPM Bam Mondovì – Fenera Chieri  3-1 (15-25, 25-23, 25-20, 26-24)
Domenica 29 ottobre, ore 17.00
Volley Soverato – Bartoccini Gioiellerie Perugia 3-2 (17-25, 20-25, 25-17, 25-21, 15-12)
Delta Informatica Trentino – P2P Givova Baronissi 3-0 (26-24, 25-21, 25-22)
Battistelli S.G. Marignano – Golem Olbia 3-0 (25-23, 25-23, 25-17)
Barricalla Collegno – Savallese Millenium Brescia 3-0 (25-20, 25-19, 28-26)
Ubi Banca S.Bernardo Cuneo – Sorelle Ramonda Ipag Montecchio 3-0 (25-23, 25-21, 25-20)
Sigel Marsala – Conad Olimpia Teodora Ravenna 2-3 (25-21, 20-25, 21-25, 25-20, 10-15)
Riposa: Zambelli Orvieto

LA CLASSIFICA
Battistelli S.G. Marignano 14; Volley Soverato 13; Ubi Banca San Bernardo Cuneo 13; Club Italia Crai 12; Olimpia Teodora Ravenna 11; Lpm Bam Mondovi’ 9; Fenera Chieri 8; Delta Informatica Trentino 7; Barricalla Collegno 6; Golem Olbia 5; Bartoccini Gioiellerie Perugia* 4; Zambelli Orvieto* 4; P2p Givova Baronissi 4; Savallese Millenium Brescia 4; Sorelle Ramonda Ipag Montecchio* 3; Golden Tulip Caserta* 2; Sigel Marsala* 1.
*una partita in meno

I TABELLINI
VOLLEY SOVERATO – BARTOCCINI GIOIELLERIE PERUGIA 3-2 (17-25 20-25 25-17 25-21 15-12)
VOLLEY SOVERATO: Dona’ 12, Frigo 10, Pizzasegola, Gray 29, Bertone 13, Mc Mahon 4, Caforio (L), Taborelli 6, Valli 1, Millesimo, Bacciottini. Non entrate: Formenti. All. Barbieri.
BARTOCCINI GIOIELLERIE PERUGIA: Lotti 11, Repice 13, Mazzini 5, Pascucci 14, Garcia Zuleta 17, Fiore 17, Giampietri (L), Puchaczewski, Barbolini, Rimoldi. Non entrate: Kotlar, Santibacci, Mancinelli. All. Bovari.
ARBITRI: Di Bari, Palumbo.
NOTE – Durata set: 20′, 22′, 22′, 25′ , 16′ ; Tot: 105′.

DELTA INFORMATICA TRENTINO – P2P GIVOVA BARONISSI 3-0 (26-24 25-21 25-22)
DELTA INFORMATICA TRENTINO: Dekany 12, Moncada 4, Michieletto 8, Moretto 10, Kiosi 11, Fondriest 9, Zardo (L), Fiesoli 3, Moro, Fucka. Non entrate: Carraro, Antonucci. All. Negro.
P2P GIVOVA BARONISSI: Kijakova 14, Vujko 4, Mendaro Leyva 12, Moneta 6, Strobbe 8, Avenia 1, Pedone (L), Quarchioni 2, Maggipinto, Ferrara, Baruffi. Non entrate: Prestanti, Sabato, Petruzzella, Gagliardi. All. Castillo.
ARBITRI: Santoro, Sabia.
NOTE – Durata set: 29′, 31′, 29′; Tot: 89′.

BATTISTELLI S.G. MARIGNANO – GOLEM OLBIA 3-0 (25-23 25-23 25-17)
BATTISTELLI S.G. MARIGNANO: Markovic 12, Caneva 5, Zanette 15, Saguatti 7, Casillo 3, Battistoni 3, Gibertini (L), Gray 5, Bordignon 1. Non entrate: Giordano, Sgarbossa, Nasari. All. Saja.
GOLEM OLBIA: Barazza 3, Provaroni 7, Uchiseto 9, Bartolini 8, Spinello 2, Soos 12, Barbagallo (L), Muresan 1, Iannone, Caboni (L), Simoncini. Non entrate: Cecconello. All. Giangrossi.
ARBITRI: Merli, Somansino.
NOTE – Spettatori: 417, Durata set: 26′, 25′, 25′; Tot: 76′.

BARRICALLA COLLEGNO – SAVALLESE MILLENIUM BRESCIA 3-0 (25-20 25-19 28-26)
BARRICALLA COLLEGNO: Morolli 3, Fiorio 12, Gobbo 2, Agostinetto 16, Schlegel 7, Pastorello 5, Colamartino (L), Brussino 2, Vokshi 1. Non entrate: Poser 1, Courroux, Lanzini, Migliorin, Fragonas. All. Marchiaro.
SAVALLESE MILLENIUM BRESCIA: Villani 15, Veglia 7, Decortes 7, Dailey 10, Guidi 4, Prandi, Parlangeli (L), Vilponen 4, Norgini, Bortolot. Non entrate: Biava, Canton, Angelini. All. Mazzola.
ARBITRI: Selmi, Pecoraro.
NOTE – Durata set: 25′, 26′, 30′; Tot: 81′.

UBI BANCA SAN BERNARDO CUNEO – SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO 3-0 (25-23 25-21 25-20)
UBI BANCA SAN BERNARDO CUNEO: Dalia 2, Segura 19, Bertone 7, Vanzurova 9, Borgna 1, Mastrodicasa 10, Bruno (L), Re 11, Bonifazi, Baiocco. Non entrate: Aliberti. All. Salvagni.
SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO: Giroldi 2, Gomiero 9, Fiocco 9, Marcolina 9, Pamio 5, Bovo 7, Pericati (L), Kosareva 2, Stocco, Fontana, Lucchetti. Non entrate: Brutti. All. Bertolini.
ARBITRI: Armandola, Giorgianni.
NOTE – Durata set: 27′, 27′, 26′; Tot: 80′.

SIGEL MARSALA – OLIMPIA TEODORA RAVENNA 2-3 (25-21 20-25 21-25 25-20 10-15)
SIGEL MARSALA: Agostinetto 5, Merteki 23, Furlan 9, Ventura Ferreira 10, Rossini 13, Facchinetti 8, Marinelli (L), Biccheri 4, Murri 1, Gabbiadini. Non entrate: Cazzetta, Mucciola. All. Campisi.
OLIMPIA TEODORA RAVENNA: Scacchetti 2, Bacchi 18, Torcolacci 2, Kajalina 23, D’Odorico 23, Menghi 11, Panetoni (L), Neriotti 2, Paris, Vallicelli, Aluigi. Non entrate: Ceroni. All. Angelini.
ARBITRI: Caretti, Verrascina.
NOTE – Durata set: 26′, 25′, 25′, 26′ , 15′ ; Tot: 117′.

IL PROSSIMO TURNO
Mercoledì 1 novembre, ore 17.00

Club Italia Crai – Battistelli S.G. Marignano  ARBITRI: Traversa-Guarneri
Savallese Millenium Brescia – Zambelli Orvieto  ARBITRI: Pristerà-Armandola
Fenera Chieri – Sigel Marsala  ARBITRI: Rossi-Cavicchi
Golem Olbia – Delta Informatica Trentino  ARBITRI: Caretti-Noce
Conad Olimpia Teodora Ravenna – Bartoccini Gioiellerie Perugia  ARBITRI: Somansino-Mesiano
UBI Banca S.Bernardo Cuneo – Volley Soverato  ARBITRI: Merli-Morgillo
Sorelle Ramonda Ipag Montecchio – P2P Givova Baronissi  ARBITRI: Bassan-Del Vecchio
Golden Tulip Volalto Caserta – LPM Bam Mondovì  ARBITRI: Verrascina-Grassia
Riposa: Barricalla Collegno 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *