full screen background image

Sei anni di guerra in Siria, Terre des Hommes lotta contro malnutrizione bambini e chiede lo stop delle armi

Sesto anniversario della guerra in Siria, Terre des Hommes chiede accesso incondizionato agli aiuti umanitari per i bambini e la popolazione civile
Più di un milione e mezzo di persone assistite dal 2011 ad oggi dalla ONG

A sei anni dall’inizio della guerra in Siria, che ha visto innumerevoli massacri di bambini e un numero imprecisato di minori mutilati e permanentemente segnati nel corpo e nell’anima, Terre des Hommes lancia un appello perché si arrivi presto a una risoluzione del conflitto tra le parti in causa. Nel frattempo chiede che venga assicurato accesso incondizionato ai servizi di base a tutta la popolazione civile, in qualsiasi luogo si trovi e a qualsiasi comunità faccia parte. Impegnata nell’iniziativa “No Lost Generation” nell’assicurare protezione, salute e istruzione ai bambini, le vittime più vulnerabili della guerra, Terre des Hommes ha assistito dall’inizio della guerra un milione e mezzo di persone, in maggioranza bambini, sia all’interno della Siria che nei paesi limitrofi (Libano, Giordania e Iraq).

Per il 2017 in Siria ha avviato dei progetti di supporto agli abitanti di Aleppo per l’acquisto di beni alimentari, e la distribuzione diretta di alimenti alle famiglie più vulnerabili, in particolare quelle in cui uno dei componenti è disabile, per un totale di 98.500 persone. Partner del progetto è la Syrian Commission for Family Affairs and Population. A Homs, oltre alla distribuzione di pacchi alimentari, è appena iniziato un progetto con fondi Unicef per combattere la malnutrizione acuta dei neonati e dei bambini al di sotto dei 5 anni nelle aree rurali, con la distribuzione di integratori alle mamme e screening medici per l’individuazione dei casi che necessitano una particolare assistenza sanitaria. Questi progetti, di cui saranno beneficiari 40.000 bambini e mamme, sono realizzati in collaborazione con la Mezzaluna Rossa Siriana. Continuano poi le attività di supporto psicosociale ai bambini profughi nelle tre Case del Sole di Latakia, Tartous e Sweida.

Terre des Hommes da oltre 50 anni è in prima linea per proteggere i bambini di tutto il mondo dalla violenza, dall’abuso e dallo sfruttamento e per assicurare a ogni bambino scuola, educazione informale, cure mediche e cibo.
Attualmente Terre des Hommes è presente in 69 paesi con oltre 1.046 progetti a favore dei bambini. La Fondazione Terre des Hommes Italia fa parte della Terre des Hommes International Federation, lavora in partnership con ECHO ed è accreditata presso l’Unione Europea, l’ONU, USAID e il Ministero degli Esteri italiano.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *