full screen background image

Vico Equense, carabinieri e polizia metropolitana controllano la discarica vicino al palazetto

Nel comune napoletano di Vico Equense presso il Palazzetto dello Sport è stata scoperta dai militari dell’arma dei carabinieri insieme al corpo di polizia metropolitana di Napoli una vasta area adibita a deposito-discarica di materiali e rifiuti di vario genere per lo più provenienti da attività connesse alla manutenzione stradale e alla gestione del verde. Il materiale era depositato in diversi punti dell’area attorno alla struttura sportiva, creando non pochi disagi ai fruitori del Palazzetto oltre ad alterare il decoro dei luoghi. Tale situazione, tra l’altro, era già stata evidenziata, nel dicembre del 2013, in un articolo apparso sul quotidiano “Il Mattino”. Successivamente, nel maggio del 2014, vi era stata l’ennesima denuncia da parte del Wwf Penisola Sorrentina che documentava il persistere della situazione. Purtroppo ad ogni denuncia seguiva un “momentaneo” ripristino dello stato dei luoghi. “La discarica a cielo aperto del palazzetto dello Sport di Vico Equense – dichiara Claudio d’Esposito presidente del WWF Penisola Sorrentina – ha di fatto comportato una sostanziale modifica delle condizioni del sito e una evidente alterazione paesaggistica e ambientale”. Tra i materiali presenti, pali in ferro e corpi illuminanti di impianti pubblici, tubature, cavi elettrici, insegne pubblicitarie, cartelli stradali, arredi per parchi giochi in disfacimento, asfalto, transenne, bidoni, basolati in pietra lavica, residui di potature, terreno, pietre, calcinacci e detriti, assieme a compressori, mezzi meccanici cingolati e ruspe. L’associazione auspica che stavolta vengano individuati i responsabili, e si provveda al corretto smaltimento dei rifiuti e all’immediata bonifica del sito.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *