full screen background image

Grande successo al Teatro Troisi di napoli: per la Prima del musical di “Fatti Santo”

Pianura 18 gennaio 1891. La neve cade sinuosa , soffice in un suggestivo silenzio interrotto solo dalle note di Gianfranco Caliendo e dalle parole e voce di Flora Contento. È così che ieri 24 settembre 2020 al teatro Troisi di Napoli, si è dato il via alla “Prima” di “Fatti Santo”, un musical ispirato alla vita del Beato Don Giustino Maria Russolillo, prossimo alla canonizzazione. Un musical ideato e scritto da Gianfranco Caliendo sui testi di Flora Contento e regia di Adele Caliendo. Un meraviglioso cast composto da giovani talentuosi dell’accademia Caliendo , e da professionisti, nomi altisonanti come quello di Gigi Attrice (nel ruolo di Don Ciccillo), Bruno Cuomo (nel ruolo del Beato Don Giustino) e Antonello Rondi ( nel ruolo di Don Orazio), una tavolozza di colori miscelati con maestria hanno portato sul palco un mix di sfumature che hanno reso questo musical un dipinto meraviglioso. “Tutto nasce nel 2011” ci dice Gianfranco Caliendo “anno della beatificazione di Don Giustino, quando insieme a Flora Contento decidemmo di scrivere la canzone “Fatti Santo “ e dopo esserci documentati sulla vita del Beato, molto sentito nel quartiere di Pianura, ne rimanemmo affascinati e così nacque in noi il desiderio di metterla in scena”. Non poche sono state le difficoltà a cui hanno dovuto far fronte, in primis il lockdown, infatti ,lo spettacolo sarebbe dovuto andare in scena proprio a Marzo, “inizialmente avevamo dato per scontato che questo progetto sarebbe stato da accantonare, ma non appena i teatri hanno iniziato a riaprire, se pur solo al 50% , anche Grazie al teatro Troisi che ci ha invogliato, abbiamo ripreso in mano tutto ed oggi siamo qua ancora più carichi ed entusiasti” ci dice Gianfranco Caliendo. Il Beato Don Giustino Maria Russolillo, fondatore dei Vocazionisti, è “ il cuore” di Pianura, ecco perché ,come ci dice il produttore Agostino Romano:” Non appena ho saputo del progetto di Gianfranco Caliendo , da buon pianurese subito l ‘ ho sposato, con tutte le difficoltà a cui sapevamo di andare incontro, perché quando si toccano alcuni temi si vanno irrimediabilmente a risvegliare alcuni problemi che oggi affliggono la nostra società, non mi sono fermato e sono riuscito a produrre quello che è stato definito dalla critica “l’evento dell’anno”. Ho trovato una squadra fortissima con la quale già c’è in cantiere un nuovo spettacolo, sempre frutto della genialità di Gianfranco Caliendo che tratterà il tema della camorra” continua Agostino Romano, incontriamo poi Bruno Cuomo che interpreta il Beato Don Giustino “ Orgoglioso di interpretare questo ruolo, non tanto per la sua vita, ma quanto per le opere che ha fatto per Pianura e per i giovani. Ho cercato di attenermi alla storia e di immaginare come sarei io se fossi un parroco di quartiere”, lo incontriamo in sala trucco dove grazie al lavoro minuzioso delle truccatrice, rimaniamo esterrefatti dalla somiglianza dell’attore al Beato Don Giustino . Insomma nulla è lasciato al caso, tutto è curato nei minimi dettagli, in un’atmosfera “familiare”, familiarità che si evince anche dalle parole della regista Adele Caliendo : ” avendo visto con quale ardore e desiderio mio fratello Gianfranco ha scritto questo spettacolo non potevo che dargli il mio sostegno e la mia collaborazione, il teatro é da sempre la mia, la nostra vita e spero che stasera oltre alla curiosità di conoscere e seguire il grande uomo che é stato e il santo che sarà Don Giustino, le persone in sala avvertano l’amore e il lavoro che c’é dietro questo spettacolo”, e di amore c’é ne parla anche Gigi Attrice :Il teatro, l’arte in tutte le sue sfumature è amore, condivisione, non ci si sente mai soli” un uomo, un attore che incanta con la propria “veracità”, e di “veracità” nel cast di “Fatti Santo” ne abbiamo tanta. “Partecipo” poco”, ma con tutto il cuore, è una storia bellissima ,ed è bello che ne prendano parte anche così tanti giovani. La “ vera” musica napoletana è un tesoro da custodire, un gioiello da sfoggiare che non passerà mai di moda” ci dice Antonello Rondi una delle voci che ha portato la musica napoletana nel mondo.
Assistere a questo spettacolo è come intraprendere un viaggio nelle proprie emozioni, sensazioni contrastanti tra loro, si passa dalla gioia al dolore, dalla commozione alla sana risata, insomma un mix perfetto che sarà in scena al Teatro Troisi fino a Domenica 27 Settembre.
Questo musical è un vero e proprio “salto nel passato con lo sguardo al futuro”

A cura di Grazia Ritrovato




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *