full screen background image

I Sogni son…..desideri….

Nella settimana più triste per moltissimi calciofili, per tutti gli argentini e per tutti i napoletani, quello che è il gioco più popolare al mondo, anche in virtu’ della sua semplicità e del fatto che sia accessibile praticamente a tutti, per giocare basta una palla ed uno spiazzo, il calcio delle “star” va avanti nonostante la pandemia del covid 19 anche se privo di spettatori allo stadio.
Ebbene in questa che non è una settimana come le altre, su tutti i campi si è osservato un minuto di raccoglimento in memoria di Diego Armando Maradona scomparso prematuramente mercoledì, allo stadio Vigorito di Benevento, il gioco più bello del mondo è stato capace di realizzare quello che rappresenta ancora oggi il sogno di ogni scugnizzo napoletano: segnare un gol alla Juventus. E’ successo al 3’ minuto di recupero del primo tempo: La Juve è in vantaggio per uno a zero sui padroni di casa del Benevento, l’autore del gol del vantaggio è stato Morata, uno dei tanti campioni della squadra bianconera con un ingaggio probabilmente pari alla somma degli ingaggi di tutti i giocatori giallorossi.Un pallone respinto dalla retroguardia bianconera finisce sul vertice destro dell’area di rigore
sui piedi del terzino delle streghe, che senza pensarci su più di tanto come se fosse un centravanti consumato al volo di destro colpisce la palla che con una traiettoria precisissima finisce nell’angolino della porta. Gol fantastico 1 a 1. E questo resterà il risultato finale, che già da solo potrebbe far gridare al miracolo sportivo con Davide che riesce a fermare il gigante Golia. Ma quel che rende ancor più magico tutto questo è che l’autore del gol si chiami Gaetano Letizia. E’ nato a Napoli, nel quartiere di Scampia, e poi a vent’anni ha esordito in serie D nella squadra di un altro quartiere di periferia Pianura. Il suo indiscusso talento, ha fatto si che il giovane direttore sportivo di una squadra del nord (Cristiano Giuntoli oggi ds del Napoli) lo notasse in un ‘epica partita di plyoff di serie D nel 2010 tra Pianura e Carpi. Di li in poi un’ascesa costante per il ragazzo di periferia: Lega Pro, serie B ed in fine serie A col Carpi. Successivamente il passaggio al Benevento, questa la sua terza stagione con le Streghe, fino al gol dell’altra sera
contro la Juve. Un gol che Gaetano ha sicuramente sognato e realizzato tante volte quando da bambino giocava per strada con i suoi amici . Si perchè tutti i bambini napoletani quando giocano tra loro, ahimè ancora troppo spesso per strada per la carenza cronica di strutture, oggi come allora immaginano di essere calciatori di seria A, e di
segnare un gol all’acerrima nemica Juventus. Gaetano Letizia oggi ha trasformato quel sogno in realtà, ed a noi tutti piace immaginare che a tutto questo abbia contribuito qualcuno che lo guardava da
lassù….
A cura di Gianluca Birra




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *