full screen background image

Sarno, l`idea di De Luca: dovrà avere servizi di livello mondiale, fermare l’emorragia di laureati in fuga da questa terra

Il governatore De Luca è intervenuto ieri sera a Pompei all’evento organizzato dal capogruppo Pd Mario Casillo,  “l’impegno della Regione Campania”. A gennaio è pronto un nuovo concorso per assumere 5.000 giovani e fermare l’emorragia di laureati in fuga da questa terra, e con Eav presenteremo ¡I progetto da un miliardo di euro di investimenti per l’acquisto di 20 nuovi treni per la Circumvesuviana. Ma ci vorranno due anni per la consegna una sorta di libro dei sogni tra progetti già cantierabili , finanziati e da finanziare. Tra il Samo depurato entro il 2025 e la rete fognaria rinnovata totalmente, spunta anche l’idea di un ponte di cristallo pedonale e ciclabile sulla foce di quello che ancora oggi è considerato il fiume più inquinato d’Europa. «Sarà un’opera straordinaria» ha assicurato De Luca, che poi ha puntato su sanità e ospedali. «Quello della Penisola Sorrentina, 60 milioni per Torre del Greco e poi un’idea di progetto su Caste Ila m mare, dove abbiamo i fondi» ha aggiunto il governatore. Tra le proposte, c’è quella del recupero del patrimonio delle ormai ex Terme di Stabia, che al momento vedranno un ascensore per raggiungere il centro cittadino. La rispolverata funivia del Vesuvio da Ercolano al Gran Cono è uno dei progetti presentati ieri da Casillo, con una serie di slide e filmati che riguardano anche il porto di Torre del Greco e il recupero dei Mulini Marzoli, Ma il vero cavallo di battaglia è il lungomare Vesuviano totalmente ciclabile e pedonalizzato. «Da San Giovanni a Teduccio a Sorrento, passando per Portici ed Ercolano dove sono già in corso cantieri sul water front, Torre del Greco, Torre Annunziata e l’intero tratto del corso e della villa comunale di Castellammare chiuso al traffico, con la creazione di aree parcheggio», dice Casillo, Se De Luca punta molto sul più grande mercato fiori vivaistico da portare a Torre Annunziata, Casillo nella sua Boscoreale immagina il Bioma, un grande parco botanico, ma anche la creazione di due nuove aree verdi a San Giorgio a Cremano.

L’inviato a Pompei Giorgio Birra

 

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *