full screen background image

Torna la Mensa Solidale Della Atitech di Gianni Lettieri

Per il terzo anno consecutivo la società di manutenzione aeronautica di Capodichino mette a disposizione spazi e risorse per la consegna di pasti caldi alle famiglie bisognose di Secondigliano, San Pietro a Patierno, Ponticelli e del rione Vasto .In totale saranno 4.000 i pasti distribuiti quest’anno contro i 3.600 del 2021. L’azienda ha infatti voluto estendere il periodo di distribuzione a 20 giorni, dal 20 dicembre 2022 all’8 gennaio 2023. L’iniziativa di solidarietà è realizzata con la collaborazione dell’associazione culturale Larsec.

Giunge al suo terzo appuntamento la mensa solidale promossa da Atitech. Anche quest’anno l’azienda di Capodichino guidata da Gianni Lettieri, tra le principali società di manutenzione aeronautica del mondo, metterà a disposizione le proprie strutture di refezione per la distribuzione di 200 pasti caldi al giorno per le famiglie disagiate dei quartieri di Secondigliano, San Pietro a Patierno, Ponticelli e del rione Vasto.

Se nel 2021 i pasti caldi distribuiti erano stati in totale 3.600, quest’anno saranno 4.000 grazie all’estensione del periodo di distribuzione voluto da Atitech. La distribuzione si protrarrà infatti dal 20 dicembre 2022 all’8 gennaio 2023. Oltre a finanziare l’iniziativa, Atitech mette a disposizione i propri locali mensa come centro per raccogliere i pasti e distribuirli ai destinatari.

“Anche se la pandemia è scomparsa dalle pagine dei giornali, non sono scomparse le difficoltà di molte famiglie della nostra città. – ha dichiarato il presidente di Atitech Gianni Lettieri –La crisi si fa ancora sentire e abbiamo ritenuto necessario rinnovare anche quest’anno l’iniziativa della mensa solidale. Non è solo la risposta a un bisogno reale, ma anche un gesto per consentire a tante famiglie di trascorrere in modo più dignitoso e sereno il periodo delle festività”.

Il menù – composto da primo, secondo e frutta – varia ogni giorno, con piatti più saporiti in occasione dei giorni di festa. A occuparsi della distribuzione vera e propria saranno i volontari dell’associazione culturale Larsec che da quasi dieci anni è attiva nella riqualificazione territoriale dei quartieri settentrionali di Napoli.

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *