full screen background image

Accademia Aeronautica, giuramento di fedeltà alla Patria per il Corso Zodiaco V

A Cura di Valentina Busiello Accademia Aeronautica, giuramento di fedeltà alla Patria per il Corso Zodiaco V, alla presenza del Sottosegretario di Stato alla Difesa Volpi e del Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica, si è completata, per la quinta volta, una generazione intera di corsi dell’Accademia, sul Piazzale delle Medaglie d’Oro dell’Accademia Aeronautica di Pozzuoli, il giuramento solenne di fedeltà alla patria dei giovani allievi del Corso Zodiaco V. L’evento si è svolto alla presenza del Sottosegretario alla Difesa On. Raffaele Volpi, del Capo di Stato maggiore dell’Aeronautica Militare Gen. di Squadra Aerea Alberto Rosso e di numerose autorità civili, militari e religiose, oltre ai genitori dei giovani giuranti.Con il tradizionale “lo giuro!” i giovani allievi si sono impegnati ad onorare gli ideali di lealtà, coraggio e senso del dovere, principi fondanti della Forza Armata. Durante la cerimonia si è svolto anche il consueto battesimo del Corso attraverso la simbolica consegna del gagliardetto. La cerimonia di battesimo del corso giurante infatti si è rinnovata oggi per la quinta volta attraverso un ideale passaggio di consegne tra gli ex allievi delle generazioni dei precedenti Corsi Zodiaco. Gli allievi dello Zodiaco V hanno così ricevuto, dai loro padrini, il benvenuto ufficiale nelle fila dell’Aeronautica Militare. “Siete una Forza Armata con capacità operative uniche. Le istituzioni politiche hanno il dovere di sostenere la vostra eccellenza”. Con queste parole l’On. Volpi, nel suo intervento conclusivo, ha sottolineato l’importanza della scelta intrapresa dai giovani giuranti. Rivolgendosi poi agli allievi ha continuato: “Fino a qualche minuto fa eravate italiani, oggi, da ora in poi, dovete essere orgogliosamente italiani!” Sidera Feriam, tradotto con “raggiungerò le stelle”, è il motto araldico che fu scelto dal primo corso Zodiaco nel 1941. “Agite sempre nel rispetto del vostro motto, che insieme allo stemma del Corso, vi unisce, vi unirà e vi accompagnerà per sempre”. Così il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica ha voluto ricordare ai giovani allievi del corso giurante il patrimonio di virtù a cui da oggi dovranno ispirarsi, riconoscendo sempre il valore della disciplina quale pilastro dell’istituzione militare. “L’Aeronautica è una Forza Armata viva, capace, rilevante, apprezzata e rispettata, orgogliosa e sempre votata al servizio del Paese con fedeltà, umiltà e rigore. Siate sempre fieri di farne parte”. Entrambi i momenti sono stati coronati dal sorvolo della Pattuglia Acrobatica Nazionale, che ha disteso in cielo il suo tradizionale tricolore.Il corso Zodiaco V è composto da 75 frequentatori selezionati tra oltre 5000 candidati. Nel loro percorso accademico, in accordo alle attività di cooperazione internazionale svolte dall’Aeronautica Militare nel campo della formazione, i giovani cadetti sono affiancati da 12 allievi stranieri, provenienti da 8 diverse nazioni. Diventano così sei i Corsi attualmente presenti presso l’Accademia Aeronautica di Pozzuoli, per un totale di circa 500 frequentatori. L’Accademia Aeronautica dipende dal Comando delle Scuole dell’Aeronautica Militare/3^ Regione Aerea. È un istituto militare di studi superiori a carattere universitario che ha il compito di provvedere al reclutamento ed alla formazione dei giovani che aspirano a diventare ufficiali dell’Aeronautica Militare in servizio permanente effettivo. Frequentando i corsi regolari dell’Accademia si può diventare sottotenenti dell’Arma Aeronautica, nel ruolo Naviganti normale (piloti) e nel Ruolo Normale delle Armi, del Corpo del Genio Aeronautico, del Corpo di Commissariato Aeronautico e del Corpo Sanitario Aeronautico. Il Comandante, Generale Enrico Degni: Ritornare dopo 30 anni in Accademia Aeronautica come Comandante è stato per me molto emozionante. E’sempre emozionante, sia come Comandante, è il secondo Giuramento che faccio, e poi soprattutto come allievo che ricordo quando 33 anni fa’ ero dall’altra parte del piazzale, quindi come diceva anche il nostro Capo di Stato Maggiore, per tutti noi che siamo passati attraverso questo Istituto come allievi, questi momenti qui’, che scandiscono il ritmo della vita Accademica sono sempre significativi e li viviamo anche con una certa emozione.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *