full screen background image

La Virtus Baia comincia la sua 70° stagione: si riparte da Di Meo in panchina e dal nuovo dg Scotto di Luzio

1947-2017: la Virtus Baia si appresta a disputare la sua 70esima stagione agonistica e lo farà con rinnovato entusiasmo e la volontà di mantenere in alto i colori granata dello storico sodalizio flegreo. La squadra si è radunata poche settimane fa al “Tony Chiovato” di Baia agli ordini di mister Francesco Di Meo, al suo quarto anno sulla panchina della Virtus, selezionando alcuni tra i giovani più capaci e volenterosi, premiando come sempre l’aspetto territoriale e quindi l’appartenenza ai Campi Flegrei. Successivamente i ragazzi agli ordini di mister Di Meo, con la collaborazione del preparatore atletico Davide Di Grezia, stanno sostenendo delle intense sedute di preparazione pre-campionato in vista dell’inizio del campionato di 2° Categoria che scatterà nel week-end del 21 e 22 ottobre.
La società, come sempre e già da diversi anni a questa parte, è in regime di auto-finanziamento avvalendosi anche della preziosa collaborazione di alcune sponsorizzazioni sempre legate al territorio. Ai fratelli Lucci, ai fratelli Picone (con Antonio fantasista di punta della squadra in campo), al capitano e leader dello spogliatoio Giorgio Di Fusco, Simone Tufano, Enrico Mazzarella ed all’addetto stampa Mauro Cucco (e sempre con la cordiale vicinanza della famiglia Erbaggio) si è aggiunta in società anche la figura del Direttore Generale Feliciano Scotto di Luzio che, oltre ad assistere il mister e la squadra, curerà anche i canali social ufficiali attraverso i quali è già stato diffuso il nuovo logo della Virtus, tornata al vecchio Scudetto di color granata con le iniziali del club.
Insomma, la Virtus Baia si appresta a vivere un’altra annata densa di emozioni, per la settantesima volta nella propria vita, promuovendo un calcio in cui esiste passione, fratellanza ed il legame inscindibile con la propria terra.
Per la settantesima volta nella propria vitai ragazzi della Virtus Baia, passando di generazione in generazione, onoreranno l’espressione che fu di Orazio, consci di quanto sia vero: “Nessuna insenatura al mondo risplende più dell’amena Baia”.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *