full screen background image

Camorra, blitz della polizia a Torre del Greco: in manette 54 affiliati al clan Falanga

Ovuli-di-cocaina-foto-simboloDa un’inchiesta partita dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli sulle attività illecite alle falde del vesuvio da parte del clan camorristico dei “Falanga”, questa mattina all’alba è scattato un blitz da parte degli agenti della polizia di stato che hanno eseguito la notifica di custodia cautelare per 54 persone ritenute a vario titolo affiliate al clan di camorra. L’operazione secondo quanto riferisce il procuratore aggiunto della Repubblica, Giuseppe Borrelli, ha consentito di accertare l’esistenza di una complessa organizzazione dedita al traffico e allo smercio di sostanze stupefacenti gestita da esponenti di rilievo della cosca operante a Torre del Greco. Già nel 2012, a seguito dell’operazione ‘Reset’ a carico di 35 affiliati al clan, si era accertata che il sodalizio criminale controllava le estorsioni ai danni dei gestori di videogiochi. Ora è arrivata la conferma che il clan gestiva anche il traffico di droga e il rifornimento di piazze cittadine. Le indagini hanno ricevuto ”un contributo significativo dalle collaborazioni dei protagonisti dell’organizzazione” che, spiega Borrelli, hanno deciso di recidere i rapporti con la criminalità ed il territorio”. L’organizzazione si occupava di diverse tipologie di stupefacenti, cocaina, hashish, marjuana e canapa indiana grazie a una fitta rete di spacciatori nel comune di Torre del Greco, Napoli, Massa di Somma, Procida e altri paesi tra le province di Salerno e Caserta.